A- A+
Home
Eni, il MAXXI ospita il MakeIn’AFRICA dedicato a startup africane

Perché interessarsi all’Africa? Cosa l’Italia può ottenere agganciandosi al continente africano? Questo è MakeIn’AFRICA, l’evento dedicato alle start up africane e promosso da Eni per parlare di innovazione, soluzioni e futuro.

Il MAXXI, museo nazionale delle arti del XXI secolo, ha ospitato due sessioni che hanno visto la partecipazione di Jean Leonard Touadi, politico, scrittore e giornalista italiano, originario del Congo e advisor FAO; Mario Molteni, CEO di E41Impact, un’iniziativa fondata nel 2010 da ALTIS- Graduate School of Business and Society dell’università Cattolica del Sacro Cuore e da Always Africa Association, e Blessing Onyeche Ugwoke ed Emarance Jessica Claire D’Assise GomaTchimbakala, entrambe vincitrici dell’Eni Award Debutto nella Ricerca: giovani talenti dell’Africa, rispettivamente nel 2017 e 2018.

“L’Italia deve guardare sempre di più al continente africano per una serie di motivi - ha spiegato Touadi - La prossimità geografica: l’Italia è nel cuore del Mediterraneo, questo significa condivisione dei problemi, ma anche delle opportunità, in questo caso economiche per un’economia africana in forte crescita e quindi l’Italia può agganciare la sua economia a quella africana. Il secondo motivo è che il continente africano può diventare quel laboratorio per una ricerca di modello di sviluppo economico diverso, più attento all’ambiente, all’inclusione sociale e alla valorizzazione delle identità culturali dei popoli. Il terzo motivo è proprio la struttura delle imprese italiane, piccole e medie, - conclude - che è esattamente quello che l’Africa cerca in questo stadio del suo sviluppo. Dei partenariati con delle imprese che non siano troppo grandi, ma che siano a misura di tecnologia date per l’Africa in grado di creare delle possibilità di collaborazione".

Make’InAFRICA è un evento dedicato all’omonimo contest organizzato da MakerFaire Rome 2018, promosso da Eni per individuare, supportare e diffondere la realizzazione progetti e soluzioni innovative per l’accesso all’energia nei paesi africani, occasione questa per presentare i progetti dei premiati.

I vincitori sono stati 3: il progetto di Melesse Temesgen che ha sviluppato una soluzione sostenibile e innovativa per il drenaggio dell’acqua; il secondo vincitore è Prince Nana Kow Essel che ha ideato una soluzione sostenibile in tema di accesso all’energia; il terzo progetto è LONO, un’impresa sociale che in Costa d’Avorio fornisce servizi di biotecnologia non solo alle piccole e medie imprese locali, ma anche alle famiglie.

Commenti
    Tags:
    enimaxximakein’africastartup africane
    Loading...
    i più visti
    

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Bentley lancia la nuova Bentyaga Hybrid

    Bentley lancia la nuova Bentyaga Hybrid


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it

    Coffee Break

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.