A- A+
Spettacoli
Ariaferma, un film italiano da non perdere sulla comunicabilità tra opposti

Antonio Servillo e Silvio Orlando rendono Ariaferma un film perfetto sulla comunicabilità fra opposti fatta di poche parole e tanti sguardi

Ogni tanto capitano i film perfetti. Ariaferma è uno di questi. Attori insuperabili come Antonio Servillo e Silvio Orlando, e stavolta Orlando batte lo stesso Servillo in termini di resa cinematografica. Una regia, quella di Di Costanzo, ferma, precisa al millimetro, impossibile trovare sbavature. Fotografia, colonna sonora e montaggio completano l’opera perfetta.

Nel contesto fatiscente di un carcere in dismissione i pochi detenuti rimasti e gli agenti vivono una situazione di sospensione in attesa del trasferimento. Una situazione a tratti claustrofobica, ancora più angosciosa dalla mancanza di precisi riferimenti spaziali e dei trascorsi in gran parte ignoti dei carcerati. Ed è proprio qui che i due mondi, carcerati e carcerieri, sembrano trovare punti di contatto e di umanità che dimostrano, forse, quanto le nostre vite siano casuali.

Non è un film sulle carceri, non strizza l’occhio alla denuncia, ma un film sulla comunicabilità fra opposti fatta di poche parole e tanti sguardi. Poi basta un nulla (in questo caso un “metaforico” black out di corrente) per riportare  tutti sullo stesso piano a consumare insieme una cena a lume di candela, fra risate e tanta dignità.

Un film che definirei letterario, tanto riesce a scavare in profondità nei personaggi fino alla loro essenza in grado di dare un senso (anche nell’espiazione di una pena) e onore alla vita di tutti, a prescindere dal destino spesso canaglia. Non perdete questo film.  
 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
film





in evidenza
Affari in rete

Guarda la gallery

Affari in rete


in vetrina
Carrà, in vendita la villa all'Argentario. Prezzo (quasi) accessibile. FOTO

Carrà, in vendita la villa all'Argentario. Prezzo (quasi) accessibile. FOTO


motori
Alpine Endurance Team alla 24 Ore di Le Mans: test day cruciale

Alpine Endurance Team alla 24 Ore di Le Mans: test day cruciale

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.