A- A+
Spettacoli
Le confessioni: Roberto Andò racconta l'economia in crisi. E Servillo..

Le segrete stanze dove si svolge un G8: Roberto Andò racconta la crisi dell'economia nel suo nuovo film "Le confessioni" in uscita in queste ore. Una storia che arriva sulla scia di "Viva la libertà" (del 2013) in cui il regista e scrittore siciliano si era soffermato sul declino di un uomo politico.

In questa pellicola le luci dei riflettori sono puntati su questo gruppo chiuso di uomini che decide i destini del mondo e viene sconvolto dalla scomparsa del presidente del Fondo Monetario Internazionale (Daniel Auteuil), alla vigilia di una manovra che avrà pesanti conseguenze per alcuni Paesi.

I ministri si trovano improvvisamente disorientati e questo stato emerge soprattutto nel confronto con il monaco che lo aveva confessato, interpretato da un magistrale Toni Servillo, che oppone alle loro certezze e al loro decisionismo il proprio silenzio e il dubbio.

"L'economia è in un momento particolare, perché ha perso la sua sicurezza, non ha saputo prevedere e fronteggiare la crisi. - ha spiega Roberto Andò - L'idea narrativa era di mettere insieme queste figure disorientate e una figura spiazzante, e immaginare cosa succede di fronte a un evento che loro non possono controllare".

Servillo racconta il suo personaggio: "Si oppone a quel mondo di dichiarazioni ufficiali con una dignitosa renitenza". E poi la grande opportunità che dà il film è di entrare "in un ambiente di potenti che credono di essere proprietari degli altri con un personaggio che pensa che neanche la sua vita gli appartenga".

Nel cast anche Pierfrancesco Favino, Connie Nielsen, Marie-Josée Croze.

Tags:
le confessioniroberto andòservillo
in evidenza
Tra iperemesi e anoressia Paura nel Regno Unito per Kate

La principessa pesa 45 chili, preoccupati sudditi e fan

Tra iperemesi e anoressia
Paura nel Regno Unito per Kate


in vetrina
Malocclusione dentale: cos’è, quali sono le sue conseguenze e come trattarla

Malocclusione dentale: cos’è, quali sono le sue conseguenze e come trattarla


motori
De Meo (Acea): Ue metta in campo politica automobilistica ambiziosa

De Meo (Acea): Ue metta in campo politica automobilistica ambiziosa

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.