A- A+
Spettacoli
Roberto Bolle: "Il mio 2021? Dal Quirinale all'Arena di Verona. E a Danza con Me su Rai1..."
Roberto Bolle, Serena Rossi e Lillo a "Danza con me"

Roberto Bolle illumina il Capodanno di Rai, torna "Danza Con me"

Roberto Bolle regala un'altra notte di arte, sogni e magia nel Capodanno di Rai1, con la quinta edizione di Danza con Me in onda in prime time il primo gennaio 2022. Una serata ricca di novità, a partire dalla "conduzione con Serena Rossi e Lillo che ci guidano in questo viaggio nella danza classica e contemporanea e lo fanno all’insegna della leggerezza e dell’ironia", spiega ai microfoni di Affaritaliani.it. Tanti i protagonisti, a partire da Valerio Lundini ("Aggiunge delle note ironiche in tutto il programma").

In questi anni hai avuto tantissimi ospiti prestigiosi. Ce n'è uno che ancora ti manca? Un sogno impossibile? "Avrei voluto avere Michelle Obama come first lady. Sarebbe stato molto bello, è una donna che stimo molto. Altrimenti, nomi del pop musicale come Adele, Beyoncé, Lady Gaga. Ce ne sono tante. Non ci poniamo limiti"

L'intervista a Roberto Bolle

Torniamo al 2021 e riavvolgiamo il nastro dei tuoi ricordi: in un flasback veloce, quali sono stati i tre momenti più belli, le tre soddisfazioni più grandi di quest'anno?
Il 2021 è stato un anno nelle prima parte abbastanza complicato per la pandemia, ma già lo sapevamo. Dodopodiché, tornare sul palcoscenico e poter riabbracciare il pubblico è stato molto bello. La prima grande soddisfazione sicuramente è stato esibirmi al Quirinale e ricevere dal presidente Mattarella l’onorificenza di Grande Ufficiale. Momento che mi ha profondamente commosso, toccato, emozionato. Era inaspettata. Un grande orgoglio anche per la stima e l’ammirazione che ho verso il Presidente. Da lì passerei all’essere tornato in una grande piazza, in un grande luogo come il circo massimo, l’Arena di Verona e trovare migliaia di persone davanti a me come pubblico: un’emozione che non provavo da tantissimo tempo. E un’altra bella emozione è stata al Castello Sforzesco per On Dance: una festa della danza finita con una grande festa sul palcoscenico. Un altro bel momento da ricordare

Chiudi gli occhi ed esprimi due desideri per il 2022: uno lavorativo e uno personale
Mi piacerebbe rifare Bolero a teatro, uno dei balletti che amo di più interpretare e spero torni presto in repertorio. E un desiderio personale è di tornare a vivere sempre più come prima. Questa pandemia, che ci accompagna da troppo tempo, col nuovo anno spero riesca a lasciarci sempre di più. Così da poter condividere con gli amici le emozioni, le cene, i viaggi: cosa che abbiamo potuto fare troppo poco in questo periodo. Un po’ ci siamo riusciti e riappropriati, ma spero che il 2022 ci aiuti e ci possa permettere di vivere con più serenità questi momenti conviviali, di amicizia e benessere...

Hai danzato di fronte ai 'grandi' del mondo, siano essi di quello politico, culturale o dello showbusiness. Chi ti ha umanamente colpito o segnato di più quando ti ci sei poi trovato faccia a faccia?
Tantissimi mi hanno profondamente colpito. Uno sicuramente è stato Giovanni Paolo II per la difficoltà del momento che lui viveva: e nonostante quello, il sorriso, la benedizione che mi ha dato… è stato un momento molto toccante. Ma voglio sicuramente ricordare una grande che è mancata: Carla Fracci a cui dedichiamo questa puntata (di "Danza con me"). La omaggeremo con un breve filmato inedito e la “Giselle”, di cui lei è stata protagonista indimenticata. E’ stata un’artista e icona della danza in Italia e nel mondo.

ROBERTO BOLLE TORNA CON "DANZA CON ME" SU RAI: GUARDA LA VIDEO INTERVISTA AD AFFARITALIANI.IT (CLICCA QUI)

Roberto Bolle torna con Danza con me nel Capodanno di Rai1

Il nuovo anno di Rai1 si apre con quella che è diventata ormai una bellissima e attesissima consuetudine: il grande show della danza di Roberto Bolle che ritorna con il suo DANZA CON ME, in onda in prima serata il 1° gennaio 2022. DANZA CON ME – prodotto da Rai1 in collaborazione con Ballandi e Artedanza srl – costruisce un mondo parallelo dove per una sera tutto è sospeso, un viaggio straordinario, che lascia senza fiato, attraverso la grande arte della danza raccontata e vissuta in profondità e con leggerezza insieme. Un’andata e ritorno dalla realtà in cui lo spettatore rientra in qualche modo cambiato.

Anche questa quinta edizione di DANZA CON ME ospita artisti molto speciali provenienti da un ventaglio di ambiti ancora più ricco e vario delle edizioni precedenti, per celebrare il ritorno alla vita in tutte le sue forme, con camei e partecipazioni inedite e originali del mondo della musica e del cinema, della danza e della cultura, della letteratura e della televisione stessa.

Tutti uniti in quello che ormai è diventato una sorta di rito propiziatorio per l’anno nuovo. Tutti insieme nella gioia condivisa di essere tornati a fare quello che ci è mancato per tanto, troppo tempo.

Danza con me: conduce Serena Rossi con Lillo

Alla conduzione un’artista molto amata dal pubblico, SERENA ROSSI, che in DANZA CON ME con eleganza e quella sua grazia che abbraccia e scalda, non mancherà di mettersi in gioco in tutti i suoi registri, spingendosi in territori nuovi e sorprendenti.  Accanto a lei, l’ironia di LILLO che torna – o almeno così crede lui – al suo primo amore, la danza.

Danza con me, John Malkovich ospite d'onore

Ospite d’eccezione della serata JOHN MALKOVICH il quale, oltre a prestarsi alle dinamiche del programma, porterà un pezzo teatrale di grande leggerezza e fascino, accompagnato dagli straordinari artisti IGUDESMAN & JOO.

Danza con me: gli ospiti della quinta edizione

L’intramontabile ORNELLA VANONI sarà l’anima di un’inedita “compagnia di ballo” formata da alcune delle attrici italiane più amate del momento: MARGHERITA BUY, MICAELA RAMAZZOTTI, BENEDETTA PORCAROLI, SABRINA IMPACCIATORE e DIANA DEL BUFALO.

La musica è, come sempre, tra gli ingredienti principali di DANZA CON ME.

Tra gli ospiti il duo COLAPESCE E DIMARTINO che daranno vita, insieme ai giovani allievi dell’Accademia del Teatro alla Scala, ad un momento di show colorato e “leggerissimo”. BOOSTA – al secolo Davide DiLeo – accompagnerà Roberto Bolle in due momenti di danza altamente suggestivi, sia nella sua chiave più elettronica, sia in quella più melodica. La giovane ed incredibile FRIDA BOLLANI MAGONI, emozionerà con il suo talento al piano e alla voce, Roberto Bolle e i primi ballerini della Scala. E, sempre al pianoforte, impreziosirà un balletto di danza classica contemporanea, la bravura sempre al femminile della musicista BEATRICE RANA.

Una riflessione, composta di danza e parole, sul tempo e il suo rapporto con l’amore, è realizzata da Roberto Bolle e la prima ballerina della Scala di Milano, VIRNA TOPPI, insieme con due grandi attori di oggi: JASMINE TRINCA e ALESSANDRO BORGHI.

In questa edizione di DANZA CON ME si è voluto anche celebrare il ritorno allo sport, che quest’anno particolarmente ci ha regalato molti motivi di orgoglio come Paese e lo si è fatto unendo, per la prima volta, la danza di Bolle con la leggiadria e la bellezza delle FARFALLE OLIMPICHE.

La presentazione e l’approfondimento di alcuni dei pezzi più importanti e significativi del programma di danza di quest’anno, sono stati affidati ad autorevoli personaggi del mondo della letteratura come NICOLA LAGIOIA e SILVIA AVALLONE, nei temi e ambiti più conformi ai loro stili, e della televisione come FRANCA LEOSINI per il disvelamento delle grandi Storie dietro i grandi balletti. A raccontarci leggende e aneddoti del mondo della danza, l’irresistibile CARLA SIGNORIS.

Uno sguardo stralunato e sicuramente fuori dal coro sul mondo della danza, sarà invece affidato a VALERIO LUNDINI.

La grande danza di Roberto Bolle, sempre al centro di DANZA CON ME, vede, quest’anno, il ritorno di alcune grandi star del panorama internazionale: uno sforzo che è speranza e simbolo di riapertura.

Danza con me, l'omaggio a Carla Fracci

In primis la bellissima SVETLANA ZAKHAROVA, star della danza mondiale, Prima Ballerina Assoluta del Bolshoi di Mosca. A lei il compito di omaggiare, insieme con Bolle, Carla Fracci eseguendo quello che fu il grande cavallo di battaglia della danzatrice milanese: Giselle. Accanto a questo grande titolo della danza classica, un altro caposaldo del repertorio Paquita, di Marius Petipa, qui danzato dall’Étoile accompagnato dalle giovani allieve dell’Accademia della Scala di Milano e soprattutto da MARIANELA NUÑEZ, Prima Ballerina del Royal Ballet di Londra, con la quale Bolle danza anche l’intramontabile L’Histoire de Manon, di Kenneth MacMillan.

Come sempre al centro del racconto la danza di Roberto Bolle - deus ex machina, ideatore e direttore artistico del programma - capace di unire arte e ironia, sacro e profano, alto e basso e di creare una terra di mezzo in cui la contemporaneità si intreccia all’immutabilità del classico con risvolti nuovi e inaspettati. Molti i pezzi originali creati o rivisitati per il programma.

Tra questi, un pezzo titolato semplicemente Acqua di Mauro Bigonzetti dove Roberto Bolle con Virna Toppi e i ballerini della MM Contemporary Dance Company di Michela Merola danno vita ad una danza ritmata e al tempo stesso sensuale sotto la pioggia. Un pezzo che incollerà i telespettatori al video.

Il tango viene reinterpretato con i passi della danza classica da Massimiliano Volpini in un trittico su musiche di Astor Piazzolla dal titolo Alma Porteña con protagonisti Bolle e NICOLETTA MANNI, Prima Ballerina del Teatro alla Scala di Milano, sulle note del violino di ALESSANDRO QUARTA.

Sempre con la Compagnia MM e questa volta con TIMOFEJ ANDRJASHENKO, Primo Ballerino della Scala, Bolle darà vita invece ad un pezzo solare che sa di estate e di amicizia, ma anche di inclusività e unioni, Zorba il Greco, del coreografo Lorca Massine.

Nell’ambito della danza classica contemporanea, due pezzi affascinanti sorprendenti: Borderlands di Wayne McGregor, che Bolle danza con la bellissima MELISSA HAMILTON, solista del Royal Ballet di Londra, e With a chance of rain di Liam Scarlett, con la giovane AGNESE DI CLEMENTE, della Scala di Milano.

Un’annotazione particolare merita il pezzo sulle note di Respect, interpretato per la prima volta da Serena Rossi, su cui si esibiranno le danzatrici della SILENT BEAT, la compagnia di Irma Di Paola. L’unione della danza con i gesti mutuati dal linguaggio dei segni crea un’atmosfera suggestiva ed emozionante, di grande impatto emotivo.

E molto altro ancora intervallato da racconti e interventi, sorrisi e forse qualche lacrima di commozione: un grande show nato e cresciuto, edizione dopo edizione, per custodire e difendere l’Arte e la Bellezza nell’attesa che si riapproprino di tutti gli spazi possibili e raggiungano quelli ritenuti finora impossibili. Con la magia della danza che tutto può, almeno per una notte.

Lo studio di quest’anno è un’arena di led che crea quasi un’esperienza immersiva nella danza grazie alle ambientazioni e alla grafica di Cristina Redini e del suo team, da sempre consulente di tutte le edizioni di DANZA CON ME.

La regia è per il terzo anno di seguito affidata a Cristiano D’Alisera.

DANZA CON ME è un programma di Roberto Bolle, prodotto da Rai1 in collaborazione con Ballandi e Artedanza srl, scritto da Roberto Bolle e Pamela Maffioli, con Rossella Rizzi, Luca Bizzarri, Giovanni Bognetti. La direzione artistica è di Roberto Bolle. Le scene sono di Marco Calzavara. La fotografia di Marco Lucarelli. La regia di Cristiano D’Alisera. Ideazione Grafica e Messa in Scena Cristina Redini.  La consulenza musicale di Giorgio Oreglio. Direttore di produzione Massimo Tomirotti. A cura di Francesca Bignami. Produttore Esecutivo Rai Michela Amendolea. Produttore Esecutivo Ballandi Claudio Tarquini.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
danza con meroberto bolle





in evidenza
Sardegna, Elly e Todde si guardano negli occhi... L'intesa vincente prima delle elezioni

Guarda la gallery

Sardegna, Elly e Todde si guardano negli occhi... L'intesa vincente prima delle elezioni


in vetrina
Affari in rete/ Elezioni in Sardegna, la discesa della Lega dal 2019 a oggi

Affari in rete/ Elezioni in Sardegna, la discesa della Lega dal 2019 a oggi


motori
McLaren Artura Spider 2025: innovazione e prestazioni per la supercar ibrida

McLaren Artura Spider 2025: innovazione e prestazioni per la supercar ibrida

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.