A- A+
Spettacoli
Sanremo 2017, boom di ascolti. Però Maria De Filippi non merita la lode
Sanremo 2017: Carlo Conti, Maria De Filippi e Diletta Leotta

È il Festival delle nuove intese fra Mediaset e Rai, è l'apoteosi dell'ex Raiset - i magistrati la chiamavano addirittura "struttura Delta", oggi si definisce più tecnicamente e pragmaticamente partnership-celebrata dal renziano Carlo Conti & dall'algida Maria de Filippi coniugata Costanzo, ossia il gran Baffo della tv di sinistra in ottimi rapporti con la destra. Maurizio è in bilico da sempre fra la fedeltà  (professionale e non) a Silvio Berlusconi e le amicizie con i leaders ex o post comunisti da Fassino a Rutelli passando per l'attuale premier Paolo Gentiloni . Insomma, come avrebbe detto quel furbacchione (lo dico simpaticamente) di Gigi Bisignani, quale miglior modo per azzerare il Nemico se non quello di farselo amico anzi sodale? Ecco allora che nella edizione numero 67 del Festival della canzone italiana non esistono più concorrenti, competitors o controprogrammazioni hard & soft: ci sono soltanto ed unicamente amici. Conti e la De Filippi sono interscambiabili, anche se Aldo Grasso scrive oggi sul Corriere della sera che Maria è meglio, conquista spazio pur nella sua conduzione "sottrattiva", si accredita fingendo di mettersi in disparte per placare il rivale ed approfittare della sua calma per scavalcarlo a destra o a sinistra, tanto per lei "pari sono". Che cosa penso di Queen Mary celebrata da media marito parenti politici e dirigenti tv, ve lo spiego qui sotto. Abbiate la bontà di seguirmi arrivando -ma ci si arriva volando - all'ultima riga.

Dicono che Sanremo a tratti si sia trasformato in "Uomini e Donne". Queen Mary che si siede sul gradino della scalinata e chiacchiera con Conti, come se fosse nel suo salotto. Manca solo l'annuncio dell'esterna. Per il resto il quadretto è completo. Fantastica la Regina di Mediaset che si cala nel nuovo ruolo con infinita grazia, anche per merito degli abitini che indossa - quello nero a sirena, quello bianco con le frange -  con cui non sarebbe mai riuscita a scendere la scalinata. I gay la adorano, le donne non la temono, le nonne la amano e per gli uomini -archiviato lo scoglio dell'approccio - è l'amica ideale. La De Filippi è impeccabile anche quando inciampa, sospirano i suoi fans che sono quasi una setta di adepti integralisti e felici. Invece no, Maria quando inciampa è goffa e non è spigliata neanche sul palco, è pacata, secchiona, perfino dolce ma non è quell'animale da palcoscenico che si "mangia" il teatro a bocconi, proprio no. Maria è una bravissima professionista, ma il suo tono è monocorde. Non altera i contesti, non spiazza e non diverte. Insegna semmai ma poi se i contenuti sono quelli di "Uomini e donne" anche la finalità pedagogica viene meno. Ha una voce impensabile per la tv, una marcata sonorità da "profondo nord", non ha un vocabolario variopinto, non va mai nè sopra nè sotto le righe. Quali sono dunque le sue doti? Non promette, non illude, non si maschera mai per quella che non è : figa, sexy, intrigante, manipolatoria, imprevedibile. Maria è una persona normale, una che "in media stat virtus" -quella che gli anni passano, signora mia, ma per fortuna abbiamo messo qualcosa da parte, un tetto un marito e svariati programmi tv.

Piace a tutti perché priva di asperità o eccessi - mai capricciosa nè instabile, fedele, stoica e accuditiva. Il maggior pregio sta in quel suo interpretare la gratitudine non solo come "sentimento della vigilia": 'Devo tutto a Maurizio, se non mi avesse lanciata lui probabilmente sarei rimasta dietro le quinte'. È vero però che adesso Costanzo si avvia alla pensione, non è più il fascinoso e potentissimo uomo che stronca o costruisce carriere in tv, è un gran brav'uomo, adesso le donne lo vanno a trovare in ufficio, si portano i figli dietro (come Danni Cadeo), si lasciano incantare dalla collezione di tartarughe, tenere e affettive come fossero di bere il caffè con uno zio vecchio e saggio. Proprio adesso che Maurizio sembrava in disarmo lei, la moglie-alleata gli ha ridato status facendogli dire che con la sua Intervista su Canale 5 (l'intervistata era proprio Queen mary)lui porta ancora a casa un bottino infinito di ascolto consenso e pubblicità. Il 23 per cento in terza serata, scusate se è poco. Tutto grazie a Maria che non dimentica, che sa stare vicino nella buona o nella cattiva sorte -moglie devota, innamorata anche quando ormai la protagonista è solo lei. Detto ciò il resto del Festival è ottimo.  Tiziano Ferro e Carmen Consoli cantano Il conforto ed è una vera magia per le anime belle. Intensi, emozionanti, impeccabili. Commovente ed esemplare anche l'omaggio a Tenco, nel buio dell'Ariston: da brividi sulla pelle.  

Crozza? Una conferma. Siparietto politico con una sciabolata a Salvini: «Dovrebbe devolvere anche lui il suo stipendio ai terremotati». Bersaglio fin troppo scontato la sindaca Raggi: «Riportiamo la capitale a Torino, che ha il sindaco a 5 Stelle, anzi facciamo più capitali: Torino amministrativa, Milano legislativa, Roma giudiziaria. Una specie: una grande Alcatraz».

Convincono Paola Cortellesi e Antonio Albanese che cantano "Un mondo di pàvole" nei panni di Valeria e Nicola. Scimmiottano Ferro e Consoli. E scatta l'applauso lungo 1 minuto e 15 secondi.

Diletta Leotta scende dalla famosa scala con un sontuoso abito da sera che le costringe il seno scoprendole -novella o eterna Raffaella Carrà nel mitico Tuca Tuca- l'ombelico birichino. È bionda, spumeggiante giovanissima e anche molto simpatica. Ha studiato dizione per togliersi l'accento siculo, è laureata alla Luiss ma quando le ricordano l'origine catanese esulta ridendo con il ritmo incandescente di una bambina. Genuina, talentuosa, contemporanea. Infine la gara. Canta Albano ed ha già vinto il Festival. Qualcuno dice che la voce è fragile, incrinata, compromessa dai recenti infarti o dalla profonda emozione. Per noi è solo amore. Ma questa storia ve la raccontiamo stasera. Ci vediamo in tv per la seconda serata, non mancate.

Tags:
sanremo 2017maria de filippiascolti sanremo 2017ascolti prima serata sanremo 2017maria de filippi sanremo 2017
Loading...
in evidenza
Covid vissuto con ironia

Guarda la gallery

Covid vissuto con ironia

i più visti
in vetrina
Raffaella Fico, mostra il doppio "punto di vista" (le foto). E Wanda Nara...

Raffaella Fico, mostra il doppio "punto di vista" (le foto). E Wanda Nara...


casa, immobiliare
motori
Gladiator: design autenticamente Jeep

Gladiator: design autenticamente Jeep


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.