A- A+
Spettacoli
Sanremo, Vessicchio svela: "Orchestrali? Ora basta, prendono una paga da fame"

Sanremo, Vessicchio: "Erano 110, sono rimasti in 30. Paga da fame"

Sanremo si è concluso da qualche giorno ma le polemiche continuano. Dopo i baci fluidi e Zelensky adesso è il turno degli orchestrali sfruttati e sottopagati. Ad innescare il nuovo caso è il maestro Beppe Vessicchio. Per anni ha accompagnato decine di artisti sul palco dell’Ariston, al Festival di Sanremo. Su quel podio è tornato quest’anno, su invito del collega più giovane Enrico Melozzi, nella serata delle cover. Ha diretto a quattro mani Gianluca Grignani e Arisa che cantavano “Destinazione Paradiso”. "Si è parlato troppo di aspetti assai al margine della musica. E allora parliamone ora e - spiega Vessicchio ad Avvenire - dico che pur con linguaggi e forme diverse posso assicurare che i giovani della nuova ondata rapper hanno la stessa sostanza di artisti e cantautori, diciamo di tradizione, che sono più vicini alla mia sensibilità. E questo conferma il buon lavoro svolto ancora una volta da Amadeus".

"Festival perfetto? Quasi, per essere perfetto - prosegue Vessicchio ad Avvenire - si deve tornare a degli orari più umani e non solo per la messa in onda televisiva, ma anche per i carichi di lavoro degli orchestrali. La serata del giovedì è terminata alle 2 di notte. Ebbene, quei musicisti con che energie si possono ripresentare alle 11 del giorno dopo per provare fino alle 19 e poi rispondere puntuali alla convocazione della serata delle cover alle 20.15, andare in scena e tirare fino anche alle 3? Ho chiesto ad Amadeus: ma lo sai quanto guadagna un violinista laureato? Lui sincero mi ha risposto, «non lo so». Gli ho ribattuto, informati e poi mi dirai… A voi invece lo dico: per 5 settimane lavorative un orchestrale di Sanremo percepisce 2mila euro netti. È indecente, una paga da fame. Erano 110, sono rimasti in 30".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
beppe vessicchiosanremo 2023





in evidenza
Ferragni-Fedez, storia al capolinea Il rapper sarebbe già fuori casa

Le ultime indiscrezioni

Ferragni-Fedez, storia al capolinea
Il rapper sarebbe già fuori casa


in vetrina
A Milano apre Avani Palazzo Moscova: un nuovo hotel "illumina" Porta Nuova

A Milano apre Avani Palazzo Moscova: un nuovo hotel "illumina" Porta Nuova


motori
Opel Astra Hybrid 2024: arriva il motore ibrido a 48 V e cambio DCT6

Opel Astra Hybrid 2024: arriva il motore ibrido a 48 V e cambio DCT6

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.