A- A+
Spettacoli
Spopola il 'Trallalero', l'anti rap inventato dai 'Camalli genovesi'

Video inchiesta di Claudio Bernieri

Molto alla moda ma per un certo periodo riservato  alle cerimonie commemorative dei vip ( da Renzo piano  a Gino Paoli  a Beppe Grillo) e al di fuori dai salotti bene  relegato nelle osterie,  ora il trallallero vive una nuova stagione. 

Spopola ad esempio  nei concerti nei teatri, in Germania e Francia, nei folk festival  e da una stagione, a settembre, rinasce nella rassegna  genovese La via dei canti, tutta dedicata al folk e alla cultura popolare.

Il tralllalero, canto  polifonico genovese,  inventato dagli operai portuali nell’800, melomani e e seguaci dell’opera lirica ma sforniti di orchestra,  segue a ruota il boom della pizzica, fa moda  e tendenza, e, escluso da Sanremo dove impera il  talent di plastica, si esibisce all’estero a ruota di Ramazzotti e Al Bano, e  ha ormai un folto gruppo di ammiratori.

A Ronco Scrivia,  nell‘appennino ligure, a  pochi passi dal centro oulet di Serravalle, eccoci nella  sala del  cinema Columbia dove un centinaio di fan hanno seguito il concerto ( con presentazione del libro guida  Trallalero) del “gruppo spontaneo Trallalero” che   si ispira alla più  antica  e genuina cultura popolare e che gode della voce  della folk singer Laura Parodi, unica voce femminile nel panorama delle “squadre” attive. Si chiamano infatti squadre, e non cori o complessi, i gruppi musicali che si ispirano si gruppi ottocenteschi, in origine formati da gruppi  di operai portuali.

Un tenore, un basso, un contralto ( nell’800  un castrato) , un baritono che imita il ritmo della chitarra… insomma,  il trallallero già nel dopoguerra  aveva ammaliato Alan Lomax, leggendario ricercatore americano che  aveva registrato un prodigioso bughi bughi tratto da Glenn Miller ed eseguito dai portuali  di via  Gramsci, tuttora in repertorio dalle 5 squadre di bel canto che ancora sopravvivono a Genova ( residuo  delle circa 80  squadre attive nel dopoguerra). Ma i trallalero ha un futuro in quanto i suoi testi si ispirano alla cronaca: una sorta di anti rap  di culto che affonda nella cultura popolare di ieri , una specie di jazz cantato nei porti e sull’appennino. Internet lo sta facendo scoprire.

Siamo andati al  concerto di uno dei gruppi più seguiti.

Commenti
    Tags:
    trallalerotrallalero rapcamalli genovesi
    in evidenza
    Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

    verso un mondo più sostenibile

    Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

    i più visti
    in vetrina
    Marica Pellegrinelli in bikini: il web si scalda. E con Borriello...

    Marica Pellegrinelli in bikini: il web si scalda. E con Borriello...


    casa, immobiliare
    motori
    Quattro giorni di festa per le 111 candeline di Alfa Romeo

    Quattro giorni di festa per le 111 candeline di Alfa Romeo


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.