A- A+
Esteri
Accordo a Ginevra sull'Ucraina. "I gruppi illegali siano disarmati"

Un primo passo per l'allentamento della crisi in Ucraina si è compiuto oggi a Ginevra, dove al termine di un vertice a quattro - Ucraina, Russia, Usa e Unione europea - è stato firmato un documento per "ridurre la tensione" nel Paese. Il ministro degli Esteri ucraino, Andrei Deschytsia, il segretario di Stato Usa, John Kerry, il ministro degli Esteri russo, Sergey Lavrov e l'Alta rappresentante dell'Unione europea per gli Affari esteri Catherine Ashton hanno delineato una road map basata sulla smilitarizzazione delle milizie illegali, l'evacuazione dei palazzi pubblici occupati e il riconoscimento dei diritti delle minoranze. Il ministro Lavrov ha insistito che vengano concessi più poteri alle autorità locali e un maggiore ruolo ufficiale alla lingua russa.

Ma sul terreno la guerra di propaganda non si allenta. Il presidente russo Vladimir Putin è tornato a minacciare l'uso della forza, accusando il governo ucraino di adottare metodi violenti contro le popolazioni russofone del Paese. Il ricorso alla forza nei confronti della popolazione nell'Est ucraino - ha detto - è "un altro grave crimine commesso" dall'attuale governo di Kiev, che sta portando il Paese sull'orlo del baratro. Putin ha parlato nel corso della linea diretta con la nazione: un lungo botta e risposta con i suoi elettori durante il quale, però, non sono mancati segnali di apertura al dialogo. Per fare le domande al presidente erano in attesa milioni di persone. Secondo il capo del Cremlino bisogna avviare un colloquio serio che ascolti le esigenze della popolazione dell'Est, condurre una riforma costituzionale, sottoporla a referendum e poi andare ad elezioni presidenziali. I toni duri hanno lasciato spazio qua e là ad aperture, con l'auspicio dichiarato di risolvere la crisi "attraverso strumenti politici e diplomatici" e non con le forze armate. L'appuntamento in tv ha visto il capo del Cremlino ammettere per la prima volta la presenza di truppe russe in Crimea. Smentita, invece, la presenza di forze russe nell'Est dell'Ucraina.

Positivo, infine, per Putin, lo slancio che arriverà ai rapporti tra Ue e Russia dal semestre di presidenza italiana. L'Italia, che da luglio sarà alla guida dell'Unione europea, "è uno dei nostri partner tradizionali in Europa" e "uno dei nostri partner economico-commerciali più importanti". Il presidente russo ha ribadito l'importanza dei rapporti della Russia con il nostro governo: la Russia "tiene da conto le relazioni" con l'Italia, "anche con il nuovo premier" Matteo Renzi, ha detto.

 

Tags:
ucrainaginevra
in evidenza
Carolina, la musa del calcio Regina della serie B in tv

Stramare, nuova Diletta

Carolina, la musa del calcio
Regina della serie B in tv

i più visti
in vetrina
Meteo inverno 2021 2022, sarà l'anno della neve in pianura. Tanta, tantissima

Meteo inverno 2021 2022, sarà l'anno della neve in pianura. Tanta, tantissima


casa, immobiliare
motori
Nissan svela il nuovo veicolo commerciale leggero Townstar

Nissan svela il nuovo veicolo commerciale leggero Townstar


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.