A- A+
Esteri

Tre unità della Marina militare cinese sono entrate nelle acque territoriali dell isole Senkaku, territorio giapponese di cui Pechino rivendica la sovranità: lo ha reso noto la Guardia Costiera nipponica.

La disputa sulle Senkaku ha provocato - oltre ad incidenti militari senza conseguenze - anche delle gravi ripercussioni economiche negli scambi commerciali e ha portato a un calo del turismo fra i due Paesi.

Tokyo ha autorizzato per la prima volta da undici anni un aumento delle spese militari per 440 milioni di dollari, innalzando anche il numero degli effettivi delle "Forze di difesa" di 287 unità.

Verrà inoltre costituita una task force speciale per la protezione delle Senkaku, formata da 600 effettivi e che comprenderà due portaelicotteri e dieci nuove unità (di cui quattro già in costruzione) da mille tonnellate; la flotta - operativa nel giro di tre anni - sarà di stanza a Ishigaki, a 175 chilometri dalla principale isola dell'arcipelago, Uotsurijima.

L'arcipelago delle Senkaku - disabitato e fino a poco fa proprietà di un privato giapponese - si trova nel Mar Cinese Orientale e rimase sotto il controllo giapponese dal 1895 al 1945; dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale ebbe amministrazione statunitense e nel 1972 venne restituito a Tokyo.
Dal 1971 la sovranità viene reclamata anche dalla Cina e da Taiwan: Pechino in particolare ne rivendica la scoperta (con la denominazione di Diaoyu) e l'amministrazione dal XVI secolo al 1895.
 

Tags:
pechinocinasenkaku
in evidenza
Gregoraci lascia la casa di Briatore Racconto in lacrime sui social

Costume

Gregoraci lascia la casa di Briatore
Racconto in lacrime sui social

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Citroën C5 Aircross hybrid plug-in: amplifica il piacere di guida

Citroën C5 Aircross hybrid plug-in: amplifica il piacere di guida


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.