A- A+
Esteri

Il nuovo primo ministro australiano Tony Abbott si e' appena insediato e ha gia' ordinato l'avvio dei lavori parlamentari su due misure molto attese dagli elettori: la cancellazione dell'ecotassa sulle emissioni e lo stop all'arrivo dei richiedenti asilo. Il conservatore Abbott, 55 enne, e' stato eletto il 7 settembre e ha formato a Canberra un governo liberale-nazionalista, dopo sei anni di governi laburisti. "Oggi non e' solo un giorno di festeggiamenti", ha annunciato Abbott, "ma e' un giorno di azione". Nel presentare i membri dell'esecutivo (18 ministri, 11 titolari di portafoglio esterno e 12 segretari) al governatore generale Quentin Bryce, il nuovo primo ministro ha affermato: "Saremo un governo di risoluzione dei problemi, basato sui valori e non sull'ideologia. Speriamo di essere giudicati per cosa avremo fatto, non per cosa abbiamo detto che avremmo fatto".

Ai suoi elettori, Abbott ha promesso di ridurre le tasse sull'inquinamento aziendale e sui profitti delle attivita' di estrazione, imposte negli anni scorsi dai laburisti. Inoltre si e' impegnato a introdurre il congedo parentale a pagamento e a costruire nuove strade che attraversino la nazione. La tassa sulle emissioni, di cui Abbott ha annunciato la cancellazione nel suo discorso di insediamento, e' molto impopolare in Australia, perche' tassa le aziende piu' grandi del paese a prezzi fissi. Abbott ha invece intenzione di pianificare delle "azioni dirette" per incrementare l'efficienza energetica delle societa' australiane, per ripiantare 20 milioni di alberi e per rifornire il suolo di carbonio. Altro nodo importante del suo programma politico e' la campagna anti-immigrati: Abbott intende usare la Marina per fermare i barconi che si affacciano sulle coste australiane, e rimandarli in Indonesia, un tipico porto di transito. "E' importante", ha spiegato il premier, "che mandiamo un messaggio ai trafficanti di persone: da oggi, il loro modello di business e' finito". Il governo australiano prevede anche di inviare delle forze dell'ordine in Indonesia per tenere la situazione sotto controllo, una proposta che a Giacarta e' stata pero' ricevuta con freddezza. Abbott aveva annunciato inoltre l'intenzione di tagliare 12.000 posti di lavoro nel settore pubblico, per risparmiare 5 miliardi di dollari australiani (3,5 miliardi di euro). In totale il governo ha un piano per recuperare piu' di 30 miliardi di dollari australiani (quasi 30 miliardi di euro) in questa legislatura per sanare il deficit e guadagnare un abbondante avanzo di bilancio.

Tags:
australiaabbottpremier
in evidenza
Iodio, non solo nell'aria di mare Come alimentarsi correttamente

La ricerca sfata i luoghi comuni

Iodio, non solo nell'aria di mare
Come alimentarsi correttamente

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
Citroen protagonista alle “giornate europee del patrimonio”

Citroen protagonista alle “giornate europee del patrimonio”


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.