A- A+
Esteri
Bimbo stuprato da un casco blu. Licenziato il diplomatico Gaye

Il segretario generale dell’Onu Ban Ki-moon ha annunciato oggi di aver licenziato il capomissione in Repubblica centrafricana, il diplomatico senegalese Babacar Gaye, a cause delle accuse di abusi sessuali che sono piovute sui peacekeeper delle Nazioni unite. Gaye “ha presentato le sue dimissioni su mia richiesta”, ha detto Ban ai giornalisti al Palazzo di Vetro.

La Francia, inoltre, sta indagando accuse secondo le quali una decina dei suoi soldati avrebbero abusato sessualmente di bambini nel paese in cambio di cibo nel 2013. ”Non posso dire con parole quanto angosciato, arrabbiato e pieno di vergogna mi sento quando arrivano ricorrenti notizie di anni di violenze sessuali e abusi da parte delle forze Onu”, ha detto Ban. “Quando l’Onu – ha aggiunto – invia le sue forze, lo fa per proteggere la gente più vulnerabile del mondo nei posti più disperati”. Quindi, ha continuato, “io non tollererò alcuna azione dipersone che sostituiscono la fiducia con la pauea. Quando è troppo, è troppo”.

Il portavoce Onu Stephane Dujarric ha detto che ci sono 57 presunti casi di cattiva condotta da parte di peacekeeper della forza in Centrafrica. In 11 di questi casi si parla di abusi su bambini.

Tags:
onuviolenza
in evidenza
Peggior partenza dal 1961-62 Col Milan Allegri sbaglia i cambi

Disastro Juventus

Peggior partenza dal 1961-62
Col Milan Allegri sbaglia i cambi

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
Ford: arriva la nuova Fiesta connessa ed elettrificata

Ford: arriva la nuova Fiesta connessa ed elettrificata


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.