A- A+
Esteri
Birmania, Mohammed in fuga annegato a 16 mesi come Aylan. La foto choc

L'orrore che si ripete. Sta facendo il giro del web la foto di un bimbo di soli 16 mesi morto annegato mentre tentava di fuggire con la famiglia. Il piccolo è infatti di etnia Rohingya, la minoranza musulmana che la comunità internazionale accusa la Birmania di perseguitare.

E lo scatto è terribilmente identico a quello del piccolo Aylan Kurdi, il bambino siriano annegato in mare durante una traversata verso la Grecia, il cui cadavere è stato portato su una spiaggia turca dalle onde, divenuto simbolo del dramma dell'immigrazione.

Mohammed Shohayet, questo il nome della piccola vittima secondo la Cnn, giace nel fango seminudo e riverso, con la faccia in giù.

La sua famiglia, che viveva nel turbolento stato birmano di Rakhine, ha tentato di fuggire nel Bangladesh, ma Mohammed è annegato insieme alla madre, al fratellino di tre anni e allo zio nel fiume che segna il confine tra i due Paesi.

Tags:
mohammed birmania annegato aylan kurdi
in evidenza
Peggior partenza dal 1961-62 Col Milan Allegri sbaglia i cambi

Disastro Juventus

Peggior partenza dal 1961-62
Col Milan Allegri sbaglia i cambi

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
Ford: arriva la nuova Fiesta connessa ed elettrificata

Ford: arriva la nuova Fiesta connessa ed elettrificata


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.