A- A+
Esteri
Bloody Sunday: 50 anni fa in Irlanda una strage ancora senza colpevoli

A Derry la commemorazione della Bloody Sunday

Una sfilata dei parenti delle vittime per le strade di Derry ricorda i 50 anni dal tragico 30 gennaio 1972, passato alla storia come la “Bloody Sunday”, la “domenica di sangue” diede il via ai “Troubles”, gli scontri tra le due anime dell'Irlanda. Anche mezzo secolo fa era stata organizzata una manifestazione, di civili disarmati, sulla quale però i paracadutisti britannici aprirono il fuoco, causando ben 14 morti. Quella strage degli innocenti ha profondamente segnato la storia britannica, influenzando anche artisti molto famosi come gli U2, con la loro celebre “Sunday Bloody Sunday” e gli Wings di Paul McCartney con “Give Ireland Back to the Irish”. Ancora oggi quella mattanza non ha colpevoli e anche per questo motivo il Bloody Sunday Trust, il fondo creato nel 1997 per sostenere le famiglie delle vittime, ha scelto il motto “One World, One Struggle” (“Un mondo, una lotta”) per la commemorazione odierna.

 

Commenti
    Tags:
    bloody sundayderryirlanda





    in evidenza
    Palla di fuoco verde attraversa il cielo fra Spagna e Portogallo

    Home

    Palla di fuoco verde attraversa il cielo fra Spagna e Portogallo

    
    in vetrina
    Annalisa, "la lingua era nella sua gola...". Quando ha rischiato di morire

    Annalisa, "la lingua era nella sua gola...". Quando ha rischiato di morire


    motori
    Carlos Tavares politicizza il futuro dell'automobile a "L'Événement" su France 2

    Carlos Tavares politicizza il futuro dell'automobile a "L'Événement" su France 2

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.