A- A+
Esteri
Uk, Johnson si ritira dalla corsa per Downing Street. Sunak nuovo favorito

Regno Unito, Boris Johnson si ritira dalla corsa per Downing Street

L’ex premier britannico Boris Johnson ha annunciato che non correrà per la leadership dei Tory e, quindi, per il suo ritorno a Downing Street, dopo le dimissioni di Liz Truss. “In questi giorni sono stato travolto da un grande numero di persone che mi hanno suggerito di gareggiare ancora una volta per la leadership del Partito conservatore, cittadini e colleghi in Parlamento – ha spiegato Johnson – Sono stato attratto dal fatto che meno di tre anni fa ho condotto il nostro partito a una massiccia vittoria elettorale, e credo di essere quindi in una posizione unica per evitare le elezioni politiche adesso”.

"BoJo" non correrà per Downing Street: "Non è il momento giusto"

“Un'elezione generale – aveva detto l'ex premier solo qualche giorno fa - sarebbe un'ulteriore disastrosa distrazione proprio quando il governo deve invece concentrarsi sulle difficoltà economiche che devono affrontare le famiglie in tutto il Paese. Credo di essere in una buona posizione per ottenere una vittoria dei conservatori nel 2024, e posso confermare di aver superato l'ostacolo molto alto di 102 preferenze”.

Poi, però, il cambio di rotta: “Nel corso degli ultimi giorni sono purtroppo giunto alla conclusione che questa non sarebbe la cosa giusta da fare, semplicemente. Non puoi governare efficacemente se non hai un partito unito in Parlamento". E aggiunge: "Ho contattato sia Rishi (Sunak) che Penny (Mordaunt) - perché speravo che potessimo unirci nell'interesse nazionale - purtroppo non siamo stati in grado di trovare un modo per farlo. Quindi la cosa migliore è che la mia nomina non vada avanti e che io sostenga chiunque vinca. Credo di avere molto da offrire, ma temo che questo non sia il momento giusto” ha concluso.

Corsa per Downing Street: Sunak si candida per il dopo liz Truss

Chi correrà ora per i conservatori? Il partito ha avviato un processo interno per scegliere il suo nuovo leader dopo che Liz Truss ha annunciato le sue dimissioni giovedì, a causa delle turbolenze sui mercati causati dal suo programma economico, con tagli alle tasse.

In lizza restano la leader della Camera dei Comuni, Penny Mordaunt, e l'ex ministro britannico dell'Economia, Rishi Sunak, che ha confermato ufficialmente la sua candidatura alle primarie per subentrare alla dimissionaria Truss. 42 anni, rampante ex cancelliere dello Scacchiere ben visto dai mercati, Sunak l’ha annunciato sul suo account Twitter, affermando che il Regno Unito sta affrontando una “profonda crisi economica” e che il suo obiettivo è superare questa crisi e unire il Partito conservatore.

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
borisbritannicogran bretagnajohnsonpremiertrus





in evidenza
Chiara Ferragni, Meloni o Bruzzone: chi è? Sono identiche... GUARDA LA FOTO

Vota il sondaggio di Affari

Chiara Ferragni, Meloni o Bruzzone: chi è? Sono identiche... GUARDA LA FOTO


in vetrina
Affari in rete/ Elezioni Sardegna, Verdini e Kiev: i meme su Meloni-Salvini

Affari in rete/ Elezioni Sardegna, Verdini e Kiev: i meme su Meloni-Salvini


motori
Fiat consolida la leadership nel mercato Italiano a febbraio

Fiat consolida la leadership nel mercato Italiano a febbraio

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.