A- A+
Esteri
Brexit, Johnson: "La Consulta sbaglia sullo stop del Parlamento"

"Se volete cambiare governo, accettate le elezioni". Lo ha detto il premier Boris Johnson affrontando le rumorose contestazioni della Camera dei Comuni all'inizio del suo statement nel giorno di riapertura del Parlamento. Parlamento che ha definito "paralizzato" sulla Brexit. Il Primo Ministro inglese non cambia strada sulla Brexit, dopo la sconfitta di fronte alla Corte Suprema sulla sospensione del Parlamento. Il divorzio dall'Ue, afferma di fronte alla Camera dei Comuni, deve avvenire il 31 ottobre, ripetendo che "un accordo e' possibile" e che l'Ue e' ora almeno disposta a "discutere" di alternative al contestato backstop sul confine irlandese. Ma aggiunge che l'uscita ci sara' comunque e accusa le opposizioni di voler "bloccare e rinviare ogni cosa".

Johnson, rispetto per la Corte ma il verdetto e' sbagliato

"Nessun mancanza di rispetto" verso la Corte Suprema, ma il verdetto con cui ieri i giudici hanno dichiarato illegale la sospensione del Parlamento "e' sbagliata": e' il giudizio espresso oggi ai Comuni da Boris Johnson, che non ha fatto alcun mea culpa. Il premier Tory ha invece polemizzato in tono di sfida, nella bolgia dell'aula, con le opposizioni e con Jeremy Corbyn accusati di "non fidarsi del popolo" e di non voler ne' rispettare l'esito del referendum del 2016 ne' accettare la strada di elezioni immediate per risolvere lo stallo.

 

Commenti
    Tags:
    brexit johnsonbrexit 31 ottobre
    in evidenza
    "Governo ma non troppo..." Crozza imita Speranza. VIDEO

    Spettacoli

    "Governo ma non troppo..."
    Crozza imita Speranza. VIDEO

    i più visti
    in vetrina
    Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

    Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


    casa, immobiliare
    motori
    Una gamma completa per la nuova generazione di Opel Astra

    Una gamma completa per la nuova generazione di Opel Astra


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.