A- A+
Esteri
Attentati a Bruxelles, e ora stop alla solita retorica
Attentati a Bruxelles, stop alla solita retorica

Attentati a Bruxelles. Questa volta hanno colpito il cuore dell'Europa. Stavolta non ci sono più alibi. Siamo in guerra. Una guerra diversa da quelle viste finora o da quella fredda che per decenni è stata combattuta da Usa e Urss. Forse, mentre ancora si conta il numero delle vittime, sarebbe il caso di reagire con prontezza. Con tutto il rispetto per i morti, non servono i fiori, le dichiarazioni retoriche di solidarietà e le marce mano nella mano dei leader Ue come quella a Parigi dopo gli attacchi a Charlie Hebdo.

Coordinamento delle polizie e delle intelligence europee e mondiali, serio screening degli immigrati che arrivano in Europa senza documenti, azione diretta e senza dubbi sui covi dell'Isis in Libia, Siria e Iraq. Non è più il tempo delle parole, è arrivato il momento dei fatti. Via subito le inutili e dannose sanzioni contro la Russia. Qualunque sia il nostro giudizio su Vladimir Putin, il Cremlino è un alleato nella lotta al terrorismo islamico.

Non solo, stop a qualunque tipo di collaborazione con quei paesi che non combattono seriamente l'Isis, e purtroppo alcuni di loro sono alleati degli Stati Uniti o addirittura vorrebbero entrare nell'Ue (basti pensare che la Turchia di Erdogan bombarda i curdi che sono in prima fila nella lotta contro il Califfato). Insomma, guardiamo bene le immagini e i video di quello che è accaduto e non rispondiamo solo con la solita, seppur doverosa ma inutile, retorica.

Tags:
attentati bruxellesattacco all'europanuovi attentati isis a bruxelles
in evidenza
Iodio, non solo nell'aria di mare Come alimentarsi correttamente

La ricerca sfata i luoghi comuni

Iodio, non solo nell'aria di mare
Come alimentarsi correttamente

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
Citroen protagonista alle “giornate europee del patrimonio”

Citroen protagonista alle “giornate europee del patrimonio”


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.