A- A+
Esteri
Chi è Alexei Mordashov, l'oligarca russo che fugge dalle sanzioni Ue

Mordashov, l'oligarca russo colpito dalle sanzioni Ue

Alexei Mordashov è l’oligarca russo che possiede un terzo della più grande compagnia aerea europea, Tui, di cui è il principale azionista privato. Da lunedì, l’Unione Europea lo ha inserito nella lista delle sanzioni a danno della Russia, dettaglio che potrebbe interessare la compagnia turistica. 

“Alexei Mordashov è tra gli azionisti di Tui da ormai 15 anni e ha sostenuto un terzo della nostra compagnia già dai tempi della crisi”, ha scritto Fritz Joussen, capo di Tui. Mordashov, infatti, ha iniziato a investire in Tui nel 2007, diventando poi nel 2016 membro del consiglio di sorveglianza della società. Dal 2021 ne ha ripetutamente acquistato azioni, portando la partecipazione attuale della sua famiglia al 34%.

"La nostra azienda è gestita dal consiglio esecutivo, come ogni società per azioni tedesca, e non dagli azionisti o dal consiglio di sorveglianza. Pertanto, presumiamo che qualsiasi restrizione o sanzione contro il signor Mordashov non avrà conseguenze negative durature per noi come azienda", ha aggiunto Joussen.

L’oligarca russo ha dichiarato di non capire come la sua inclusione nella lista delle sanzioni dell'UE possa aiutare a risolvere il conflitto in Ucraina, affermando: "Non ho assolutamente nulla a che fare con l'emergere dell'attuale tensione geopolitica", dal momento che - secondo quanto sostiene lui stesso – sarebbe estraneo alla politica.

"È terribile che ucraini e russi stiano morendo, che la gente soffra di stenti, che l'economia stia crollando. Dobbiamo fare tutto il necessario perché si trovi una via d'uscita da questo conflitto in un futuro molto prossimo e si fermi lo spargimento di sangue", ha detto Mordashov.

L’Unione europea ha manifestato numerosi dubbi circa Mordashov, in particolare, a preoccupare è Rossiya Bank, la “banca personale” di alti funzionari russi che hanno beneficiato dell’annessione della Crimea, in cui il magnate ha un interesse finanziario. Altro dubbio del blocco riguarda i suoi investimenti nel business mediatico, che sembrerebbe aver influito nella destabilizzazione dell’Ucraina, attraverso il ricorso a stazioni televisive filorusse. 

Chi è Alexei Mordashov, il miliardario della lista Forbes

L’uomo più ricco di Russia, 56 anni, è nato e cresciuto a Cherepovets, una città a 450 km da Mosca, in una famiglia di umili origini, fino poi a diventare il direttore generale di Severstal, la più grande azienda siderurgica e mineraria del Paese. Secondo Forbes, nel 2021, Mordashov compare al 51 posto della lista degli uomini più ricchi al mondo. All’epoca, il suo patrimonio personale era stimato a oltre 29 miliardi di dollari.

Da vero magnate che si rispetti, tra le ricchezze di Mordashov figura anche un jet privato: il Bombardier Global 6000, intercettato la scorsa settimana in volo dalle Seychelles verso Mosca, dove era stato convocato da Putin.
 

Leggi anche: 

“Ma quale Russia?! Questa è l’Ucraina!”: parla l'autore di uno spot profetico

La Stampa, Annalisa Cuzzocrea promossa vicedirettrice

Ucraina, civile trova una mina anti-uomo sulla strada e la sposta. VIDEO

Commenti
    Tags:
    crisi ucraina





    in evidenza
    Francesca Verdini e Andrea Giambruno: la strana coppia beccata al bar

    Guarda le foto

    Francesca Verdini e Andrea Giambruno: la strana coppia beccata al bar

    
    in vetrina
    Affari in rete/ Miele alleato per la salute dell'uomo: ecco tutti i benefici

    Affari in rete/ Miele alleato per la salute dell'uomo: ecco tutti i benefici


    motori
    Nissan record di vendite nel primo trimestre 2024 in Italia

    Nissan record di vendite nel primo trimestre 2024 in Italia

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.