A- A+
Esteri
Crimea, è guerra. Assediato dai russi il quartier generale ucraino

Si stringe sempre di piu' la morsa della Russia sulla Crimea, fresca di annessione sancita dal referendum di domenica scorsa e certificata in queste ore dal presidente Vladimir Putin: le forze filo-russe attive nella penisola ribelle nel giro di poche ore hanno assaltato almeno due delle basi militari rimaste sotto controllo ucraino, tra cui addirittura il quartier generale della Marina Militare di Kiev, a Sebastopoli, che e' stato occupata da manipoli di manifestanti appoggiati da miliziani locali e cosacchi. Arrestato il comandante delle stessa Marina, contrammiraglio Serhiy Haiduk, dopo che aveva negoziato l'abbandono della struttura con il capo della Flotta russa del Mar Nero, vice ammiraglio Alexander Vitko: a prendere Haiduk in consegna, seppure "temporaneamente" e per "interrogarlo", sarebbero stati funzionari della Procura di Sebastopoli. La sua cattura e' stata pero' rivendicata dalle milizie di auto-difesa, e attribuita anche ad agenti dell'Fsb, i servizi segreti di Mosca. Attaccata e invasa anche un'altra base navale ucraina a Novoozerne, piu' a nord, dove si e' rischiato un vero e proprio confronto armato. Assediato infine il quartier generale dell'Esercito ucraino nella capitale Sinferopoli: lo circondano individui in uniforme prive pero' di distintivi.

L'ulteriore aggravamento della situazione ha indotto le autorita' di Kiev a inviare "d'urgenza" in Crimea il vice premier Vitaliy Yarema e il ministro della Difesa, Ihor Tenyukh: il loro mandato era quello di "garantire che il conflitto non assuma un carattere militare". Come aveva preannunciato il primo ministro secessionista Serhiy Aksyonov, i due emissari governativi non sono tuttavia riusciti a entrare. E' stata cosi' convocata una riunione d emergenza del Consiglio Nazionale di Sicurezza e di Difesa ucraino. Per tentare un'estrema mediazione, le Nazioni Unite hanno annunciato la partenza per la regione del segretario generale Ban Ki-moon: domani Ban sara' a Mosca, dove incontrera' tra gli altri Putin, e il giorno seguente in Ucraina. Nel frattempo pero' proseguono le ritorsioni incrociate tra Russia (sul dossier Iran) e Occidente: il ministero degli Esteri russo ha addossato ai leader dei 28 Paesi Ue la responsabilita' della decisione del presidente del Consiglio Europeo, Herman van Rompuy, di annullare la prevista visita di oggi a Mosca. Bruxelles ha replicato che la missione non era stata confermata. Il vice presidente americano Joe Biden ha avvertito che gli Stati Uniti "risponderanno a qualsiasi aggressione" contro altri Paesi della Nato.

"Stiamo valutando una serie di passi relativi alla nostra cooperazione militare, inclusa la rotazione di truppe americane nella regione del Baltico per l'avvio di esercitazioni navali e di terra e per missioni di addestramento", ha detto il vice presidente americano. Barack Obama vuole inoltre che il vertice alleato di settembre in Galles, ha aggiunto Biden, sia dedicato alla difesa collettiva prevista dall'articolo 5 del Patto Atlantico, in caso di attacco armato esterno contro uno degli Stati membri. Il governo ucraino sta mettendo a punto i piani operativi per il ritiro delle truppe e dei civili fedeli a Kiev dalla Crimea: "Stiamo mettendo a punto un piano che ci consentira' non solo di ritirare i soldati, ma anche le loro famiglie dalla Crimea, in modo che possano essere rapidamente spostati sul territorio della madrepatria Ucraina". Lo ha reso noto il Consigliere per la Sicurezza Nazionale , Andrei Parubiy, preannunciando anche di aver chiesto al segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon (che domani sara' a Mosca ed il 21 sara' Kiev) di demilitarizzare la penisola, facendo ritirare anche le truppe russe dopo quelle di Kiev. Il governo ucraino vuole chiedere al segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon di "demilitarizzare" la Crimea, facendo ritirare le truppe russe, dopo che Kiev sta approntando piani per richiamare le proprie. Intanto l'esercito ucraino ha posto le truppe "in stato di massima allerta di combattimento". Lo ha annunciato segretario del Consiglio Nazionale di Sicurezza e Difesa di Kiev, aggiungendo che e' stato ordinato anche lo schieramento del grosso dell'esercito lungo i confini dell'Ucraina con la Russia per proteggere l'integrita' territoriale del Paese.

Tags:
crimeaguerra
in evidenza
Gregoraci lascia la casa di Briatore Racconto in lacrime sui social

Costume

Gregoraci lascia la casa di Briatore
Racconto in lacrime sui social

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Citroën C5 Aircross hybrid plug-in: amplifica il piacere di guida

Citroën C5 Aircross hybrid plug-in: amplifica il piacere di guida


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.