A- A+
Esteri

Una bomba incendiaria sganciata su una scuola e bambini bruciati da un agente che sembra napalm: se qualcuno avesse ancora dubbi sulle atrocità che vengono commesse in Siria, ci pensa la Bbc a spazzarli via con uno sconvolgente video realizzato da un team del network britannico nelle ultime ore. La scuola visitata recentemente dal reporter Ian Pannell e dall'operatore Darren Conway è stata distrutta dall'esplosione di un ordigno. I due la ispezionano e si fanno raccontare cosa e' accaduto. Testimoni affermano che a sganciare la bomba e' stato un caccia: c'e' stata un'esplosione di bassa potenza, molto fumo e poi l'orrore. Bambini, ragazzi che vagano come "morti viventi", con ferite simili a quelle provocate dal napalm. E lo stesso terrore negli occhi, che riporta alla mente la fuga disperata e in lacrime di Kim Phuc, la bambina colpita dal napalm che nel giugno del 1972 fu immortalata da una foto poi diventata simbolo della guerra del Vietnam. "L'Onu parla di pace, ma di quale pace parla? Non vedete tutto questo?", urla un testimone di fronte alla telecamera della Bbc. "Il mondo -racconta infine una donna- ci ha abbandonati".

Tags:
napalmbomba
in evidenza
Paola Ferrari in gol, sulla barca "Niente filtri". Che bomba, foto

Sport

Paola Ferrari in gol, sulla barca
"Niente filtri". Che bomba, foto

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Peugeot rinnova la gamma 508

Peugeot rinnova la gamma 508


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.