A- A+
Esteri
Facebook, Zuckerberg: "Credo in democrazia. Cina? Ha visione del web distorta"

Facebook, Zuckerberg al Congresso: "Orgogliosamente americani"

Facebook è "un'azienda orgogliosamente americana: crediamo nei valori della democrazia, della concorrenza, dell'inclusione della libera espressione". Così Mark Zuckerberg presenterà il social che cinguetta oggi in audizione al Congresso Usa, nell'ambito dell'inchiesta antitrust sui colossi americani della tecnologia. L'obiettivo è sottolineare le distanze rispetto al modello cinese di internet. "Molte altre società tecnologiche non condividono questi valori ma non vi è garanzia che prevarranno", osserverà Zuckerberg, stando alle anticipazioni del suo discorso. "La Cina, per esempio, sta costruendo la sua versione di internet basata su idee diverse e sta esportando la sua visione distorta in altri paesi", rimarcherà il patron di Facebook che pure ha tentato di far cadere il bando sul suo social media nello Stato del Dragone. Secondo quanto scrive BuzzFeed News avrebbe anche tentato di acquistare TikTok nel 2016.

Facebook, Zuckerberg: "Ancora molto lavoro da fare per combattere interferenze sul voto"

Zuckerberg sarà ascoltato in audizione in video conferenza insieme a Jeff Bezos, fondatore di Amazon, Tim Cook, amministratore delegato di Apple, e Sundar Pichai, capo del gruppo Google (Alphabet). Zuckerberg spiegherà anche che Facebook ha ancora del lavoro da fare per combattere la disinformazione e le interferenze sul voto, in vista delle presidenziali Usa. "Riconosciamo di aver la responsabilità di fermare chi cerca di interferire o mettere in pericolo" il voto "con la disinformazione o i discorsi che incitano a all'odio e alla violenza", spiegherà. Il patron di Facebook sarà messo sotto torchio sull'acquisto di Instagram nel 2012 e di WhatsApp nel 2014, difendendo l'integrazione. "Instagram e WhatsApp sono state in grado di crescere ed operare nel segno di Facebook - argomenterà - con bassi costi infrastrutturali, contrastando gli spam e i contenuti dannosi".

Amazon, Bezos: "Ben venga inchiesta su nostra storia di successo"

Ben venga un'inchiesta sulla nostra storia di "successo". E' il messaggio del fondatore di Amazon Jeff Bezos alla vigilia dell'audizione virtuale al Congresso. "Penso che Amazon debba essere scrutinata", dichiarera' il patron del colosso dell'ecommerce secondo le anticipazioni che ha divulgato. Ma "quando ci si guarda nello specchio, si valutano le critiche, e si continua a credere di fare la cosa giusta - avverte - nessuna forza al mondo dovrebbe riuscire a rimuoverti".

Loading...
Commenti
    Tags:
    facebookzuckerbergm zuckerberg al congressoinchiesta antitrust colossi americani
    Loading...
    in evidenza
    Diletta Leotta, sirena in mare Lato B e pose zen... Le foto

    Belen, Fico e... Gallery Vip

    Diletta Leotta, sirena in mare
    Lato B e pose zen... Le foto

    i più visti
    in vetrina
    Previsioni meteo settimana: Ferragosto rovente, temperature fino a 40°

    Previsioni meteo settimana: Ferragosto rovente, temperature fino a 40°


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Maserati svela la Ghibli e Quattroporte Trofeo, le più veloci di sempre

    Maserati svela la Ghibli e Quattroporte Trofeo, le più veloci di sempre


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.