A- A+
Esteri
Il commento/ Il gas di Putin vale più delle sanzioni dell'Ue

Di Salvatore Passaro


Alla faccia del riscaldamento globale la crisi ucraina è tutta una questione di freddo, cioè di gas russo.
O ci decidiamo a diventare indipendenti cioè ad avere in casa ciò che ci serve per riscaldarci o dovremmo dipendere dal peggiore dei neo-feudalesimi, quello  slavo dove un uomo  terribile comanda un mandria di feudatatari  (gli oligarchi), detta dazi e taglia gole sulle vie che portano il gas a noi.

Tutto il resto è inutile: inutile gridare al diritto, i russi del diritto se ne fregano, l'Ucraina era URSS fino a 20 anni fa perciò c'è poco da calcare l amano.
Inutile gridare alle sanzioni: hanno loro il gioco in mano, le vere sanzioni (come il blocco dei rifornimenti) metterebbe ginocchio noi e a terra la germania.
Inutile gridare alla pace: i russi hanno voglia di guerra, l' hanno sempre avuta e non sanno che farsene di un tempo prolungato di pace.
Date le 3 carte che cosa ci rimane? Nulla, se non il solito gioco del tempo che aggiusta tutto.
A meno che.
A meno che la partita non si sposti nei letti di londra dove una comunità potentissima di russi arricchiti in maniera inimmaginabile diletta il suo tempo fra i balocchi del denaro moderno
Allora lì si che sarebbe partita facile per noi piegare la volontà di Putin:
eserciti di escort-spy ( anche ucraine) che lasciano affondare nelle loro grazie oligarchi, banchieri, speculatori moscoviti,siberiani, kazaki ipnotizzati dalle cene italiane, i jet a londocity airport , i coca-party nel sussex , le luci, le feste, il lusso dell'impero britannico di cui Londra è sempre di più una fotografia vivente e splendidamente sopravvissuta, protesa dalla manica all'Hudson Newyorkese visto da Manhattan.

Credete che questi signori d'amor patriottico accesi, fremano di tornare nelle squallide dacie sul mar nero o nei viali desolati di mosca…?
Credo che questa sia l'unica vera opzione vincente di guerra da parte dell'europa.

Sempre che incamerare l'ucraina nell'europa abbia un qualche valore.
L'europa si espande in un modo diverso dall'america. Gli stati uniti aumentano il numero dei consumatori inglobando popolazione (aliens o immigrants) ma non territorio. L'europa ingloba invece i territori ( lander ) dove vivono i nuovi consumatori, seguendo l'esempio che fu dell'impero romano.

Rischia meno e guadagna di più. Per questo l'Ucraina sarebbe importante ma attenzione :
non per i paesi delle olive, ma per la Euro-Germania che fra slovenia, austria, rep. ceca, slovacchia, polonia, romania, finlandia controlla un nuovo impero di mercato e di consumatori/lavoratori.

E' il risiko del potere economico su cui Putin muove il suo doppio potere energetico e militare.
Il tutto avviluppato e servito nell'unica maniera in cui risulta davvero efficace nella storia: la pseudo-democrazia.

Non che gli Stati Uniti siano diversi, a conti fatti tra guerre genocidi e stermini sono in fila d'attesa per l'inferno e non certo all'ultimo posto. Li salva il fatto che l'America come tutti i sogni è una meravigliosa bugia mentre la russia è una cattiva bugia, come tutti gli incubi
L'europa , sempre che l'europa esista, invece soffre della sindrome della verità, tipica di questa ammucchiata fra cattolici latini e  protestanti anglosassofoni:
quando si trova di fronte alla verità se ne lava le mani.
Pilato era un uno dei primi commissari europei per la Palestina.
Avete visto dove è andata a finire, la verità.
Dell'Ucraina sappiate fin da ora che ce ne laveremo le mani.
Con l'acqua calda, ovviamente.
 

Tags:
gasrusso
in evidenza
Nicole Minetti su Instagram Profilo vietato agli under 18

Le foto valgono più delle parole...

Nicole Minetti su Instagram
Profilo vietato agli under 18

i più visti
in vetrina
Meteo inverno 2021 2022, sarà l'anno della neve in pianura. Tanta, tantissima

Meteo inverno 2021 2022, sarà l'anno della neve in pianura. Tanta, tantissima


casa, immobiliare
motori
Ford Mustang Mach-E GT: il più potente SUV elettrico Ford approda in Italia

Ford Mustang Mach-E GT: il più potente SUV elettrico Ford approda in Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.