A- A+
Esteri
George Soros, trovata una bomba nella cassetta delle lettere

George Soros, trovata una bomba nella cassetta delle lettere

La polizia ha trovato un ordigno nella cassetta postale della casa del miliardario George Soros, nella localita' Bedford, a New York.

Gli agenti sono arrivati alla residenza di Soros, il filantropo molto criticato dall'estrema destra, dopo aver ricevuto una chiamata in cui veniva segnalato un pacco sospetto in una cassetta postale, ha spiegato la Cnn.    

Usa, ordigno esplosivo trovato nella cassetta della posta di una residenza di George Soros. Sul caso sono in corso indagini da parte dell’Fbi

"Un dipendente dell'immobile ha aperto il pacchetto e ha notato che sembrava essere un ordigno esplosivo", ha detto la polizia, secondo quanto scrive il New York Times.

Il lavoratore lo ha quindi portato in una vicina area boschiva e ha chiamato la polizia di Bedford.

Gli artificieri hanno fatto detonare il dispositivo e l'indagine e' stata affidata alla Joint task force antiterrorismo dell'Fbi.

Fortunamente Soros non era a casa quando e' stato trovato l'esplosivo.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    george sorossoros bomba
    in evidenza
    CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

    Corporate - Il giornale delle imprese

    CDP, ospitato FiCS a Roma
    Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

    i più visti
    in vetrina
    Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

    Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili


    casa, immobiliare
    motori
    Peugeot: la filosofia della guida elettrica

    Peugeot: la filosofia della guida elettrica


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.