A- A+
Esteri
Germania, sondaggio: l'Spd sorpassa per la prima volta la Cdu

Colpo di scena in Germania. Per la prima volta da moltissimi anni i socialdemocratici dell'Spd hanno superato nei sondaggi in vista delle elezioni di settembre i cristianodemocratici della Cdu-Csu. L'effetto Martin Schulz, scelto come candidato Cancelliere dalla sinistra tedesca, sta letteralmente modificando il panorama politica a Berlino. L'Spd - stando al sondaggio di oggi, 6 febbraio, dell'istituto INSA - l'Spd ha raggiunto quota 31% (rispetto al 25,7% delle elezioni federali del 2013) sorpassando così la Cdu-Cdu crollata al minimo storico del 30%. Si tratta di una svolta impensabile fino a pochi giorni fa. Terza forza resta la destra dell'Afd anche se in calo, dai picchi del 15% di fine 2016, al 12%.

La sinistra radicale e post-comunista della Linke si conferma al 10% mentre i Verdi scendono al 7%. Al 6%, quindi sopra lo sbarramento previsto dalla legge, i liberali dell'Fdp. L'ipotesi più importante, visto il sistema elettorale fortemente proporzionale, è la riedizione della Grande Coalizione e ovviamente la sfida all'ultimo voto conservatori- socialdemocratici servirà a stabile se il prossimo Cancelliere sarà ancora Angela Merkel o l'ex presidente del Parlamento Ue Schulz.

Attenzione, però, la crescita dell'Spd riporta in auge l'alleanza di sinistra con la Linke e i Verdi, che già governa la città-Stato di Berlino e altri land orientali dell'ex DDR. Attualmente sono al 48% ma, visto lo sbarramento al 5%, in termini di seggi sarebbero già maggioranza al Bundestag. Toccherà quindi a Schulz decidere se continuare con la Cdu, anche se forse in posizione di forza, o se virare a sinistra con i Verdi e con il clamoroso avvento al governo della Germania riunificata degli ex comunisti dell'est (la compenente principale della Linke è infatti la Pds, formazione nata a fine 1989 e inizio 1990 dalla Sed, il partito socialista unificato della Ddr).

Germania, Seehofer (Csu): corriamo con Merkel, accordo su tutto

"Corriamo insieme". Lo ha detto il leader della Csu bavarese, Horst Seehofer, a Monaco in conferenza stampa con Angela Merkel, garantendo il sostegno pieno del suo partito alla ricandidatura della cancelliera. "Siamo d'accordo su tutto, relativamente al programma", ha spiegato, liquidando le divergenze come "dettagli". Anche la questione del "tetto limite" dei migranti, fin qui ritenuta cruciale dai cristiano-sociali, sembra divenuta del tutto marginale: "Non ho intenzione di cambiare idea", ha detto Merkel. Mentre Seehofer, che molto ha insistito su questo aspetto, ha affermato che la "situazione si e' molto modificata nei mesi scorsi, anche a livello internazionale". "Quello che piu' conta per me e' vincere le elezioni", ha aggiunto.

Tags:
germania sondaggiogermania schulz merkel
in evidenza
Messi il Re Mida del calcio 110 milioni per tre anni al PSG

Neymar superato da Leo

Messi il Re Mida del calcio
110 milioni per tre anni al PSG

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
Nuova C3 sostiene la strategia di espansione internazionale di Citroën

Nuova C3 sostiene la strategia di espansione internazionale di Citroën


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.