A- A+
Esteri

Google ha cambiato l'intestazione sotto il logo della homepage della versione locale del sito: al posto di "Territori palestinesi" ora è scritto "Palestina". Il motore di ricerca più famoso del mondo ha cambiato l'intestazione della sua homepage all'indirizzo www.google.ps sdoganando il nome geografico ancora tabù nel vicino Israele. La decisione è stata presa dopo che l'Assemblea generale ha riconosciuto a novembre la Palestina come stato non membro dell'Onu.

Immediate le critiche di Israele: secondo il portavoce del ministero degli Esteri israeliano Yigal Palmor l'iniziativa di Google "suggerisce interrogativi sulle ragioni dietro questa scelta" che arriva da una "un'azienda privata" e che irrompe sul terreno della "politica internazionale in maniera controversa. Google comunque - rimarca il portavoce - non è un'entità politica né diplomatica, quindi può chiamare qualsiasi cosa con qualsiasi nome senza che questo abbia alcun valore politico o diplomatico".

Tags:
googlepalestinaisraele
in evidenza
Messi il Re Mida del calcio 110 milioni per tre anni al PSG

Neymar superato da Leo

Messi il Re Mida del calcio
110 milioni per tre anni al PSG

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
SEAT MÓ eScooter 125: il primo motociclo elettrico della Casa di Barcellona

SEAT MÓ eScooter 125: il primo motociclo elettrico della Casa di Barcellona


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.