A- A+
Esteri
Il premier ucraino: "La Russia vuole la terza guerra mondiale"

Il premier ucraino, Arseny Yatseniuk, ha accusato la Russia di voler scatenare una terza guerra mondiale con "l'occupazione militare e politica" del suo Paese. "I tentativi di innescare un conflitto militare in Ucraina porteranno a un conflitto militare in Europa", ha avvertito Yatseniuk, "il mondo non ha ancora dimenticato la Seconda Guerra mondiale, ma la Russia gia' vuole scatenare la Terza guerra mondiale". Yatseniuk ha affermato che il sostegno della Russia ai terroristi in Ucraina rappresenta "un crimine internazionale". "Chiediamo alla comunita' internazionale di unirsi contro l'aggressione russa", ha aggiunto. Kiev e' impegnata in un'offensiva antiterrorismo contro i separatisti filo-russi nell'est mentre Mosca ha avviato esercitazioni militari lungo la frontiera con l'Ucraina, dove sono gia' schierati 40.000 soldati russi.

Un elicottero militare ucraino e' stato colpito da una granata - Un elicottero militare ucraino e' stato colpito da una granata Rpg ed e' esploso mentre era parcheggiato in una base militare vicino a Kramatorsk, nell'est del Paese. La notizia arriva da fonti a Kiev. L'elicottero, un biturbina Mi-8, era fermo nella zona di atterraggio della base quando e' stato colpito: il suo pilota e' riuscito a mettersi in salvo, ma e' rimasto ferito. La vicina citta' di Kramatorsk e' una di quelle sotto il controllo dei miliziani separatisti filo-russi.

"Truppe russe a un passo confine, pronti a rispondere" - Le truppe russe impegnate nelle manovre militari a ridosso dell'Ucraina si sono spintye ad appena un chilometro dalla frontiera, che pero' non hanno attraversato: lo ha reso noto il ministro della difesa a Kiev, Mykhailo Koval. Spiegando che all'esercitazione prendono parte anche forze aeree, il ministro ha assicurato che "le truppe ucraine sono pronte a respingere qualsiasi aggressione".

OBAMA E I LEADER EUROPEI: "PRONTI A NUOVE SANZIONI" -  Il presidente Usa, Barack Obama, e i leader europei con cui ha avuto una 'conference call' - il premier, Matteo Renzi, e poi il primo ministro britannico, David Cameron, il cancelliere tedesco, Angela Merkel e il presidente francese Francois Hollande - sono pronti a nuove sanzioni contro Mosca, in ordine alla crisi in Ucraina. Lo ha reso noto il presidente francese, Francois Hollande. "I capi di Stato e di governo hanno deciso una reazione rapida del G7 e hanno previsto l'adozione di nuove sanzioni da parte della comunita' internazionale contro la Russia", ha reso noto l'Eliseo in un comunicato.  Obama e i leader europei hanno sottolineato l'importanza dell'entrata in vigore "effettiva" dell'accordo di Ginevra dello scorso 17 aprile "per permettere l'uscita dalla crisi ed evitare il peggioramento della situazione sul terreno". E perche' il processo democratico in Ucraina arrivi a buon fine, hanno definito "essenziale" che si svolgano le elezioni presidenziali del 25 maggio, in modo da consentire che "gli ucraini decidano liberamente e in tutta trasparenza del proprio futuro".  Hollande, Obama, Merkel, Cameron e Renzi, secondo la nota, hanno concordato che, secondo quando deciso a Ginevra, la Russia deve contribuire a ridurre la tensione, "astenendosi da dichiarazioni provocatorie e manovre di intimidazione". L'accordo tra Russia, Usa, Ucraina e Ue siglato a Ginevra prevede lo sgombero degli edifici pubblici occupati dai separatisti nell'est dell'Ucraina, il disarmo di tutte le milizie illegali e l'amnistia per quelli che hanno partecipato ai disordini, senza commettere crimini. "L'integrita' territoriale e la sovranita' dell'Ucraina devono essere rispettate pienamente", hanno aggiunto i cinque leader che, secondo l'Eliseo, hanno anche deciso il rafforzamento del ruolo della missione di osservatori dell'Osce. Da Berlino, il cancelliere tedesco ha fatto sapere che a breve si riuniranno i ministri degli Esteri europei proprio per valutare l'opportunita' di imporre nuove sanzioni a Mosca. "Considerata l'assenza di progresso, adesso dobbiamo pensare -e non solo pensare ma anche agire - all'opportunita' di nuove sanzioni. "Per questo i ministri degli Esteri dell'Ue si riuniranno quando prima". La riunione dei ministri degli esteri Ue sara' il 2 maggio.

Prossima settimana Consiglio Ue - Una riunione dei ministri degli esteri dell'Unione europea potrebbe essere convocata per martedì', mercoledì' o venerdì' della prossima settimana, per discutere della situazione in Ucraina. E' quanto si apprende a Bruxelles.

SEQUESTRATI GLI OSSERVATORI - Gli osservatori dell'Osce arrivati in Ucraina in missione sono stati fermati e trattenuti dai ribelli nell'est. Lo ha riferito il governo di Kiev. Il sequestro, ha riferito il ministero dell'Interno, e' avvenuto a Slavyansk, dove da diverse ore e' cominciato l'assedio delle truppe ucraine ai miliziani separatisti. Un commando ribelle avrebbe fermato il pullman sul quale viaggiavano i sette rappresentanti dell'Osce e i cinque membri delle forze armate ucraine. Adesso tutti si trovano nella sede della Sbu, l'edificio dell'intelligence ucraino occupato dai miliziani. "Sono in corso negoziati per il loro rilascio", ha riferito ancora il ministero. Da diverse ore il ministero della Difesa della germania aveva tentato di mettersi in contatto on la missione, ma non vi era riuscito. Dello staff fanno parte tre soldati e un interprete tedeschi, e osservatori militari della Repubblica Ceca e di Polonia, Svezia e Danimarca.

"TRA DI LORO UNA SPIA" -  I ribelli che hanno sequestrato una missione dell'Osce nell'est dell'Ucraina accusano gli osservatori di aver portato con loro una "spia" di Kiev. "Mi e' stato riferito", ha detto il capo dei miliziani e sindaco di fatto di Slavyansk , Vyacheslav Ponomaryov, "che coloro che vengono come osservatori della comunita' europea viaggiano con una spia, e cio' non e' opportuno".

 

 

Tags:
ucrainarussia
in evidenza
Nicole Minetti su Instagram Profilo vietato agli under 18

Le foto valgono più delle parole...

Nicole Minetti su Instagram
Profilo vietato agli under 18

i più visti
in vetrina
Meteo inverno 2021 2022, sarà l'anno della neve in pianura. Tanta, tantissima

Meteo inverno 2021 2022, sarà l'anno della neve in pianura. Tanta, tantissima


casa, immobiliare
motori
Ford Mustang Mach-E GT: il più potente SUV elettrico Ford approda in Italia

Ford Mustang Mach-E GT: il più potente SUV elettrico Ford approda in Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.