A- A+
Esteri
In Cina aria pura di montagna confezionata contro l'inquinamento

A vederla così sembra una delle strampalate invenzioni di Archimede pitagorico, invece è tutto vero: aria di montagna confezionata e somministrata agli abitanti della città di Zhengzhou, in Cina per fronteggiare il pericolo inquinamento.

Lo smog in Cina, seconda economia mondiale che da decenni vive un boom economico, è una delle principali cause di morti premature, circa 500mila all'anno, e di gravi malattie respiratorie secondo il ministero della Sanità. Una piaga destinata ad allargarsi sempre di più se non verranno prese adeguate contromisure, come nuovi modelli urbanistici e stili di vita improntati sull'educazione ambientale e sull'uso intelligente di risorse eco compatibili.

Secondo studi scientifici, infatti, se questa situazione dovesse perdurare le conseguenze nel medio-lungo periodo sarebbero devastanti sulla popolazione. I cittadini cinesi stanno pian piano prendendo coscienza di tutto questo. Gli ambientalisti chiedono al governo di Pechino di prendere provvedimenti in tal senso e provano a sensibilizzare l'opinione pubblica anche con iniziative simboliche come questa.

Tags:
aria di montagnainquinamento
in evidenza
La confessione di Francesca Neri "Sono una traditrice seriale"

Guarda la gallery

La confessione di Francesca Neri
"Sono una traditrice seriale"

i più visti
in vetrina
Nexi Debit Premium: una nuova carta di debito esclusiva su rete Visa

Nexi Debit Premium: una nuova carta di debito esclusiva su rete Visa


casa, immobiliare
motori
Nuova Opel Astra, inizia una nuova era

Nuova Opel Astra, inizia una nuova era


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.