A- A+
Esteri
In Cina aria pura di montagna confezionata contro l'inquinamento

A vederla così sembra una delle strampalate invenzioni di Archimede pitagorico, invece è tutto vero: aria di montagna confezionata e somministrata agli abitanti della città di Zhengzhou, in Cina per fronteggiare il pericolo inquinamento.

Lo smog in Cina, seconda economia mondiale che da decenni vive un boom economico, è una delle principali cause di morti premature, circa 500mila all'anno, e di gravi malattie respiratorie secondo il ministero della Sanità. Una piaga destinata ad allargarsi sempre di più se non verranno prese adeguate contromisure, come nuovi modelli urbanistici e stili di vita improntati sull'educazione ambientale e sull'uso intelligente di risorse eco compatibili.

Secondo studi scientifici, infatti, se questa situazione dovesse perdurare le conseguenze nel medio-lungo periodo sarebbero devastanti sulla popolazione. I cittadini cinesi stanno pian piano prendendo coscienza di tutto questo. Gli ambientalisti chiedono al governo di Pechino di prendere provvedimenti in tal senso e provano a sensibilizzare l'opinione pubblica anche con iniziative simboliche come questa.

Tags:
aria di montagnainquinamento
in evidenza
Aryna Sabalenka, nuova imperatrice del tennis mondiale

La "tigre di Minsk"

Aryna Sabalenka, nuova imperatrice del tennis mondiale


in vetrina
Banca Generali, presentato l’undicesimo capitolo di BG4SDGs

Banca Generali, presentato l’undicesimo capitolo di BG4SDGs


motori
Dacia cresce del 9% in un mercato in crisi

Dacia cresce del 9% in un mercato in crisi

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.