A- A+
Esteri
siria scontri 500 8

La Cia sta ampliando il suo programma di addestramento dei ribelli siriani, con l'obiettivo di rafforzare il fronte moderato contro i miliziani jihadisti che operano nel paese. Tuttavia, stando a quanto riferito da fonti Usa al Washington Post, i limiti imposti al programma dell'intelligence americana possono garantire solo che i ribelli moderati non perdano la guerra civile, ma non che riescano a vincere sul campo di battaglia.

Secondo il Wp, infatti, la Cia dovrebbe garantire l'addestramento di "poche centinaia" di combattenti ogni mese nelle basi presenti in Giordania. Durante l'anno in corso, l'agenzia americana ha garantito la formazione di poco meno di 1.000 combattenti a fronte degli oltre 20.000 addestrati dagli alleati del presidente siriano Bashar Assad, ossia Iran e l'organizzazione libanese Hezbollah.

Le fonti interpellate dal Wp hanno spiegato che i limiti imposti al programma della Cia nascono dal desiderio della Casa Bianca di arrivare a una soluzione politica in Siria, che necessita di una situazione di stallo sul fronte militare.
 

Tags:
ciasiriamoderati
in evidenza
"Miss Wimbledon" Rybakina vs la tigre Aryna Sabalenka: è un Australian trhilling!

Camila Giorgi, minigonna vertiginosa... Che foto!

"Miss Wimbledon" Rybakina vs la tigre Aryna Sabalenka: è un Australian trhilling!


in vetrina
Eni: presentati i risultati del Navigatore ESG di Open-es

Eni: presentati i risultati del Navigatore ESG di Open-es


motori
Nissan, inaugurato il nuovo magazzino ricambi in Italia

Nissan, inaugurato il nuovo magazzino ricambi in Italia

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.