A- A+
Esteri
Italia Cina, assegnati i China Awards ai 14 vincitori della XV edizione

 Si è tenuta oggi la XV edizione dei China Awards, i riconoscimenti dedicati alle aziende italiane e cinesi che hanno saputo cogliere al meglio le rispettive opportunità di business e interscambio fra i due Paesi. La manifestazione si è svolta per la prima volta in modalità digitale, con la formula esclusiva e innovativa degli eventi di Class Editori che mette insieme il meglio del digitale con il plus integrato della tv, in modo da soddisfare ogni esigenza di fruizione da parte del pubblico. L'evento è stato trasmesso live su ClassCnbc (canale 507 di Sky), mediante l'App "Le TV di Class Editori", oltre che in streaming su milanofinanza.it e sulla piattaforma Zoom.

Alla premiazione sono intervenuti Luca Ferrari, Ambasciatore d'Italia in Cina, e Li Junhua, Ambasciatore della Repubblica Popolare cinese in Italia. Con loro Mario Boselli, Presidente della Fondazione Italia Cina, e Paolo Panerai, Vice Presidente e Ad di Class Editori.


IL PREMIO_ Da quindici anni i China Awards mirano a comunicare l'importanza che l'internazionalizzazione riveste per le imprese italiane e cinesi, ponendo l'accento sui benefici che derivano dai flussi di capitali, persone, beni e servizi tra Italia e Cina ma anche a dare visibilità ai casi di successo delle aziende italiane che meglio hanno colto le opportunità del mercato cinese e delle aziende cinesi che hanno fatto altrettanto nel mercato italiano. L'iniziativa è organizzata dalla Fondazione Italia Cina e MF-Milano Finanza, in partnership con la Camera di Commercio Italiana in Cina, e ha il patrocinio del Ministero dello Sviluppo Economico e della Camera di Commercio Italo Cinese.

L'evento si avvale inoltre della preziosa sponsorizzazione di ICBC-Industrial and Commercial Bank of ChinaSEA Aeroporti Milano e The Medelan.

"Grazie alle loro 15 edizioni, i nostri China Awards possono ormai vantare una lunga storia di successo – ha dichiarato il Presidente della Fondazione Italia Cina, Mario Boselli –. Il riconoscimento assegnato alle aziende di eccellenza ha un duplice obiettivo: gratificare i campioni italiani e cinesi e i loro collaboratori, che sono gli artefici di tale risultato, e indicare al mondo degli esempi da imitare e da seguire. Questo premio è perfettamente in linea con le finalità della Fondazione Italia Cina, tra le quali spicca il supporto alle piccole e medie imprese, in gran numero presenti tra i nostri premiati, anche e soprattutto perché sono le aziende che hanno maggiormente bisogno di essere aiutate ad andare in Cina. La Cina fino a qualche anno fa sembrava un Paese aperto e facile da conquistare ma oggi il contesto internazionale rende tutto più complicato ed è proprio per questo che la Fondazione può essere un aiuto e un alleato prezioso”.  

I China Awards hanno quest'anno un particolare significato perché sono in corso le celebrazioni del cinquantenario della ripresa delle relazioni diplomatiche fra Cina e Italia – ha detto il Vice Presidente e Ad di Class Editori, Paolo Panerai –. Premiare contemporaneamente aziende dei due Paesi vuol dire perseguire, pur nella differenza degli schieramenti a cui appartengono, una ricerca di amicizia e collaborazione. Due scelte fatte da Class Editori e da Fondazione Italia Cina non solo, e non tanto, per il vecchio ponte creato da Marco Polo e Padre Ricci. Quel ponte ha ancora oggi un significato, ma è la cultura millenaria dei due Paesi e la consapevolezza da parte dell'Italia che la Cina è il più grande mercato mondiale. E da parte della Cina che l'Italia è il primo Paese del G7 ad aver firmato il memorandum sulla Nuova Via della Seta ed avere una posizione centrale nel Mediterraneo. Poi ci sono i rapporti fra aziende. Class Editori ha jv e partnership con grandi aziende di comunicazione quali l'agenzia ufficiale Xinhua e il China media group, equivalente alla Rai ma con dimensioni enormemente superiori. Due collaborazioni molto utili anche per le aziende italiane che vogliono operare in Cina. Questo premio è un simbolo di queste opportunità di collaborazione”.

I PREMIATI_ Sono state quattordici le realtà italiane e cinesi premiate nelle cinque categorie previste quest'anno:


CREATORI DI VALORE
ASK INDUSTRIES - Miglior supplier di tecnologie per il settore automotive;
EUROSTANDS - Contributo alla ripartenza e capacità di reagire e rinnovarsi nell'emergenza; IDROBASE GROUP - Soluzione più efficace di disinfezione da virus;
NMS GROUP - Collaborazione strategica nella ricerca farmacologica;
CAPITAL ELITE
NEOS  -  Supporto operativo logistico al sistema Italia;
LUCA NICODEMI - Professionista di lunga esperienza nelle operations Italia-Cina;
RONCUCCI & PARTNERS - Supporto professionale nelle relazioni con la Cina durante l'emergenza sanitaria;
STUDIO TORTA - Professionalità italiana nella tutela della proprietà intellettuale;
TOP INVESTORS IN CHINA
GVS
DANIELI METALLURGICAL EQUIPMENT & SERVICE | CHINA
TOP INVESTORS IN ITALY
ICBC - INDUSTRIAL AND COMMERCIAL BANK OF CHINA
VALUE CHINA
VIA DELLA SETA
LU-VE GROUP
ESAOTE

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    italia cinachina awards 2021
    in evidenza
    Fine dell'Ue, terremoti, siccità... Nostradamus, le profezie 2022

    Che cosa accadrà il prossimo anno

    Fine dell'Ue, terremoti, siccità...
    Nostradamus, le profezie 2022

    i più visti
    in vetrina
    Meteo, inverno sconvolto dalla Niña. Neve in pianura già a dicembre

    Meteo, inverno sconvolto dalla Niña. Neve in pianura già a dicembre


    casa, immobiliare
    motori
    Land Rover Discovery Metropolitan Edition, design e tecnologia

    Land Rover Discovery Metropolitan Edition, design e tecnologia


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.