A- A+
Esteri

 

Statua della libertà

Lo scontro sulla sicurezza della statua della Libertà a New York è terminato. A un mese esatto dal 4 luglio, giorno dell’Indipendenza degli Stati Uniti, sono state finalmente adottate le procedure antiterrorismo per i turisti che andranno a visitare il simbolo della Grande mela.  Il senatore Chuck Schumer (democratico) e il capo della polizia della città Ray Kelly sono stati così accontentati. National Park Service, l'ente che gestisce Liberty Island,  ha accettato di fare i controlli prima di imbarcare i passeggeri sui traghetti e non allo sbarco.

Intanto Sia Liberty Island che Ellis Island - dove si trova l'Ellis Island Immigration Museum - sono state chiuse a causa dei danni di Sandy nell'ottobre scorso. Per ora sarà aperta solo l'isola della Statua della Libertà. Ellis Island invece resterà chiusa fino alla conclusione dei lavori di restauro.

Tags:
statua libertàantiterrorismo
in evidenza
Iodio, non solo nell'aria di mare Come alimentarsi correttamente

La ricerca sfata i luoghi comuni

Iodio, non solo nell'aria di mare
Come alimentarsi correttamente

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
Citroen protagonista alle “giornate europee del patrimonio”

Citroen protagonista alle “giornate europee del patrimonio”


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.