A- A+
Esteri
Jet russo abbattuto, Luttwak: ora guerra tra la Turchia e l'Iran


Di Alberto Maggi (@AlbertoMaggi74)


"La cosa gravissima è che i piloti russi sono stati trucidati dai selvaggi Turkmen, popolazione che abita in Siria di orgine turca e che sostiene il governo di Ankara". Il politologo americano Edward Luttwak, intervistato da Affaritaliani.it, analizza lo scenario mondiale dopo all'abbattimento del caccia russo da parte della Turchia. Lo scenario descritto è agghiacciante: "Questo è probabilmente l'inizio del conflitto tra la Turchia e l'Iran. Teheran è l'autore della strategia di Assad. Per l'Iran il presidente della Siria è essenziale, esattamente come lo sono gli Hezbollah. E' l'asse sciita. I russi ora entrano in Siria per appoggiare Assad e i turchi abbattono un aeroplano russo. Tutto questo porterà alla guerra tra la Turchia e l'Iran, l'escalation militare è iniziata e il conflitto è ormai molto vicino. Il governo iraniano è diventato ancora più fanatico dopo l'accordo con gli Stati Uniti sul nucleare: hanno arrestato molta gente, lanciato un missile balistico e mandato forze militari in Siria che sostengono l'esercito di Assad. Il presidente della Siria vuole la morte di ogni sunnita e per vincere deve raggiungere questo obiettivo. La Turchia è sempre meno europea e sempre più musulmana con questo partito islamico al potere".

Che cosa devono fare in questa situazione Stati Uniti e Unione europea? Luttwak non ha alcun dubbio. "Devono starne fuori e lasciarli 'divertire' fra loro. Ogni tentativo di cercare alleati in Medio Oriente sarebbe un errore. A questo punto in Medio Oriente non ci sono più alleati". E Israele è a rischio? "Israele è un paese che era a rischio anni fa quando c'erano i grandi eserciti arabi. Ora ha solo problemi di polizia ma non militari". Però la Turchia è nella Nato e questo certamente può essere una variabile da tener presente... "La Turchia ha tradito la Nato negli ultimi tre anni quando si è rifiutata di cooperare e ha permesso allo Stato Islamico di diventare forte comprando il petrolio. Ankara ha reso lo Stato Islamico potente e mentre gli americani armano i curdi, che combattono l'Isis, i turchi li bombardano. E' peggio avere la Turchia alleata della Nato che nemica. Se Erdogan dovesse appellarsi alla Nato e chiamarla in causa otterrebbe come risposta un netto rifiuto. Gli altri stato dell'Alleanza Atlantico risponderebbero picche e, anzi, manderebbero la Turchia a quel paese".

Tags:
edwaed luttwakluttwakturchiairanrussiaputinmedio orientesiriaassadisis
in evidenza
Astrid, la sexy tifosa del Chelsea ora va in gol su Onlyfans

Foto da... ko tecnico!

Astrid, la sexy tifosa del Chelsea ora va in gol su Onlyfans


in vetrina
ASPI continua l'ammodernamento: attivo il Road Zipper System

ASPI continua l'ammodernamento: attivo il Road Zipper System


motori
FOCUS2R: due ruote sempre più protagoniste

FOCUS2R: due ruote sempre più protagoniste

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.