A- A+
Esteri
business man black

Ha raggiunto la quota record di 8 miliardi di dollari l'emissione di bond da parte di paesi africani. E' quanto emerge da un rapporto diffuso da Moody's. "E' il piu' alto livello di sempre - si legge nel rapporto - provocato dal ritorno sul mercato di paesi come l'Egitto, il Ghana, la Nigeria e il Sudafrica e dall'arrivo del Ruanda, paese che per la prima volta ha lanciato bond sul mercato". L'agenzia di rating sottolinea che entro la fine dell'anno anche il Senegal sbarchera' sui mercati internazionali.

Secondo quanto spiega Moody's le entrate generate dai bond emessi dai paesi africani in passato sono state utilizzate per investimenti strutturali. "Nel 2007 il Ghana ha utilizzato le obbligazioni per finanziare progetti nei settori dell'energia e dei trasporti - prosegue il rapporto - gli introiti del Senegal invece, pari a 500 milioni di dollari consentiranno di costruire un'importante autostrada oltre che di rinnovare le infrastrutture energetiche del paese". In Zambia il denaro e' stato utilizzato per la sanita' e l'istruzione, mentre la Namibia, paese gia' sviluppato a livello infrastrutturale, ha utilizzato i bond per migliorare l'occupazione e sostenere la crescita economica.

L'Africa e' la regione "tra i migliori interpreti a livello globale" vista "la crescita del 5-6% dei prossimi anni". E' quanto si legge in un rapporto diffuso oggi da Moody's che fa il punto sull'emissione di bond da parte di paesi africani. "Sei dei dieci paesi che raggiungeranno la crescita piu' alta fra il 2013 e il 2018 si trovano in Africa - scrive Moody's - e nonostante ci siano ancora disparita' fra i paesi africani, la crescita globale del continente e' sostenuta da alcune variabili chiave fra cui l'aumento degli investimenti diretti stranieri, la forte domanda interna sostenuta dal reddito pro capite crescente e l'aumento dei prezzi delle materie prime".

Moody's plaude anche alla riduzione del debito attuato da molti paesi africani. "Il debito medio dei governi della regione e' sceso a poco piu' del 35% del Pil a fine del 2010 - si legge nello studio - mentre nel 2002 era al 67% del Pil". Condizioni positive che rendono "appetibili" i titoli africani. L'agenzia di rating ricorda poi che entro qualche anno Angola, Camerun, Kenya, Uganda e Mozambico lanceranno il loro primo bond sul mercato internazionale. "Abbiamo identificato questi 6 paesi nell'Africa subsahariana - prosegue il rapporto - si tratta di paesi che emetteranno almeno 500 milioni di dollari ciascuno il che permettera' loro di entrare nell'Emerging market bond index di Jp Morgan, cosa che non solo dara' loro visibilita' ma fissera' dei paletti per quelle imprese e banche locali che puntano al mercato internazionale".

Tags:
africamoody'seconomia
in evidenza
Messi il Re Mida del calcio 110 milioni per tre anni al PSG

Neymar superato da Leo

Messi il Re Mida del calcio
110 milioni per tre anni al PSG

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
SEAT MÓ eScooter 125: il primo motociclo elettrico della Casa di Barcellona

SEAT MÓ eScooter 125: il primo motociclo elettrico della Casa di Barcellona


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.