A- A+
Esteri
Myanmar, gli Usa minacciano misure punitive per le violenze sui Rohingya

Myanmar: Usa minacciano misure punitive per violenze su Rohingya

Gli Stati Uniti minacciano misure punitive contro l'esercito del Myanmar, facendo venire meno la loro assistenza, per le violenze contro la minoranza musulmana Rohingya. Dallo scorso 25 agosto, secondo le Nazioni Unite, l'esercito del Myanmar ha lanciato una campagna di pulizia etnica contro i Rohingya che si stanno rifugiando in massa in Bangladesh.

"Esprimiamo la nostra piu' profonda preoccupazione per i recenti eventi nello stato del Rakhine e per le violenze e gli abusi drammatici che i Rohingya e altre comunita' hanno subito", ha detto la portavoce del dipartimento di Stato, Heather Nauert. "E' imperativo - ha avvertito - che ogni individuo o entita' responsabile di atrocita', copresi attori non statali e guardie, venga ritenuto responsabile".

Tags:
myanmarrohingya
in evidenza
Gregoraci lascia la casa di Briatore Racconto in lacrime sui social

Costume

Gregoraci lascia la casa di Briatore
Racconto in lacrime sui social

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Honda svela la nuovo generazione di HR-V

Honda svela la nuovo generazione di HR-V


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.