A- A+
Esteri
Spie, Merkel furiosa con Obama. Nsa, anche foto osé negli archivi


Angela Merkel ha preso posizione, definendola senza giri di parole "grave", sulla vicenda dell'agente dei servizi segreti tedeschi che per due anni avrebbe fatto il doppio gioco, passando agli Stati Uniti informazioni sull'inchiesta aperta in Germania a proposito dello scandalo dell'Nsagate. La presunta spia doppiogiochista, un 31enne che lavora per il Bnd, e' stata arrestata mercoledi' scorso e sotto interrogatorio avrebbe gia' ammesso le proprie responsabilita'. "Se le notizie al riguardo sono corrette, il caso sarebbe grave", ha tagliato corto il cancelliere a margine della sua settima visita ufficiale in Cina. "Se certe affermazioni sono fondate", ha aggiunto Merkel a Pechino, nel corso di una conferenza stampa congiunta insieme al premier cinese Li Keqiang, "per me sarebbe una chiara contraddizione rispetto a cio' che considero una collaborazione basata sulla fiducia tra partner e rispettive agenzie". L'episodio rischia di inasprire ancora di piu' i rapporti tra i due Paesi, gia' profondamente turbati dalle rivelazioni secondo cui il cellulare della stessa Merkel sarebbe stato sistematicamente intercettato dalla National Security Agency di Washington.

Stando al quotidiano 'Frankfurter Allgemeine Zeitung' e al settimanale 'Bild am Sonntag', la spia del Bnd avrebbe lavorato per la Cia, consegnando a un 'contatto' oltre duecento documenti secretati in cambio di un compenso pari a circa 25.000 euro. "Mi aspetto che adesso tutti contribuiscano a un rapido chiarimento delle accuse, e che parlino in maniera veloce e limpida. Usa compresi", ha puntualizzato a sua volta il ministro dell'Interno, Thomas de Maiziere, intervistato oggi dal giornale 'Bild'. Finora pero' Casa Bianca e Dipartimento di Stato hanno scelto di trincerarsi dietro un silenzio tanto imbarazzato quanto rigoroso.

A Pechino il cancelliere non ha taciuto neppure sul tema piu' generale dello spionaggio industriale al quale, stando a fonti anonime dell'intelligence del suo stesso Paese, rischiano di essere sottoposte molte imprese tedesche operanti nella Repubblica Popolare: "La Germania e' contraria a questo, a prescindere da dove provenga", ha ammonito Merkel. "Come Stato, abbiamo il dovere di tutelare la nostra economia, e siamo a favore della protezione della proprieta' intellettuale". Li non ha potuto che ribadire come la Repubblica Popolare non c'entri. "Si puo' sostenere che Cina e Germania sono ambedue vittime di attacchi di pirateria informatica", si e' affrettato a ribattere. "Il governo cinese si oppone risolutamente a tali attacchi, cosi' come all'uso di Internet per rubare segreti commerciali o proprieta' intellettuale, e s'impegnera' al dialogo e alla consultazione per proteggere la sicurezza del web".

Datagate, negli archivi della Nsa anche foto osé e lettere d'amore

Il numero degli utenti internet spiati dalla Nsa pur non essendo oggetto di alcuna indagine, supera di gran lunga quello delle persone intercettate perché sospettate di attentare alla sicurezza nazionale. A rivelarlo è il Washington Post, sui documenti ottenuti dalla "talpa" Edward Snowden. Le informazioni raccolte sono in molti casi di "natura voyeuristica": foto con donne in pose osé e bambini mentre vengono baciati dalla madre.
 
Oltre alle immagini di giovani donne in costume o in biancheria intima sono state archiviate anche quelle quelle di uomini che esibiscono il proprio fisico e bambini nudi nella vasca da bagno o distesi. Foto che nulla hanno a che fare con la sicurezza nazionale.

Così come i tanti files archiviati con e-mail, messaggi, chat che non hanno alcun valore di intelligence, conservati ugualmente nonostante contengano informazioni strettamente private, legate alla vita di tutti i giorni: storie d'amore, tradimenti, conversazioni politiche o religiose, ammissioni di difficoltà finanziarie, esami medici, e persino pagelle scolastiche e libretti universitari.

 Il Post ha scoperto anche come su dieci account internet "violati" dagli 007 Usa (da Google a Microsoft, da Yahoo a Facebook), ben nove appartengono a cittadini americani o residenti negli Stati Uniti. Questo nonostante per legge la Nsa possa spiare senza autorizzazione solo cittadini stranieri all'estero.

 Questa attività altamente invasiva della privacy - più di quanto sia finora emerso dallo scoppio del Datagate - ha comunque consentito più volte di ottenere informazioni effettivamente utili e di gran valore per l'intelligence: come la localizzazione di un pericoloso "bomb-maker" in Pakistan, arrestato nel 2011, al pari di uno dei sospettati per l'attentato di Bali, in Indonesia, nel 2002.

Tags:
nsaobamamerkel
in evidenza
Terence Hill lascia Don Matteo Applauso d'addio della troupe

VIDEO

Terence Hill lascia Don Matteo
Applauso d'addio della troupe

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Dacia: nuovo restyling per un Duster che va sempre più...SUV

Dacia: nuovo restyling per un Duster che va sempre più...SUV


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.