A- A+
Esteri

Il presidente iraniano, Hassan Rohani, si dice pronto a firmare rapidamente un accordo sul nucleare. E le sue parole sono il biglietto da visita con il quale il capo della diplomazia di Teheran, Mohammad Javad Zarif, incontrera' oggi i colleghi dei cinque Paesi che siedono in Consiglio di Sicurezza dell'Onu. La disponibilita' ad accelerare i tempi per un accordo sul nucleare e' stato l'ennesimo gesto di buona volonta' fatto nelle ultime ore da Rohani: "L'unico modo di andare avanti e' un fitto calendario di incontri", ha detto. "Piu' breve sara' il tempo, meglio sara'. Se si tratta di tre mesi, questo sarebbe quello che vuole l'Iran, ma anche in in sei mesi, sarebbe un buon risultato". In ogni caso, Rohani e' certo che "sara' una questione di mesi non di anni". Il presidente iraniano ha affrontato lo spinoso problema in un'intervista al Washington Post, in cui il leader iraniano afferma anche di avere il via libera della Guida Suprema Ali Khamenei per raggiungere un'intesa. E oggi, con gli occhi del mondo puntati addosso, il ministro degli Esteri iraniano incontrera' al Palazzo di Vetro i suoi omologhi del Consiglio di Sicurezza e il capo della diplomazia tedesca. Sara' anche l'incontro al piu' alto livello tra Stati Uniti e Iran degli ultimi 34 anni. Un incontro storico in cui i negoziatori del 5+1 dovranno cercare di capire se i 'mullah' sono affidabili quando dicono che vogliono arricchire l'uranio, il combustibile da usare per la bomba nucleare, anche a bassi livelli ma sul proprio suolo, per fini civili e non militari. L'incontro ministeriale del 5+1 con l'Iran comincera' alla 15 ora locale (le 21 in Italia) e sara' ospitato da 'madame Pesc', Catherine Ashton. La responsabile per la politica estera dell'Ue, che guida gli sforzi occidentali a confrontarsi con Teheran, ha detto nei giorni scorsi di esser rimasta "colpita dall'energia e dalla determinazione" di Zarif, ma ha aggiunto che "c'e' un enorme lavoro da fare". Anche l'Italia guarda con interesse al nuovo corso. Oggi, nel pomeriggio italiano, il premier Enrico Letta incontrera' direttamente Rohani. Nei giorni scorsi, il ministro degli Esteri, Emma Bonino, aveva esplicitamente detto che vale la pena "andare a vedere" se la svolta e' reale.

Tags:
irannucleare
in evidenza
Messi il Re Mida del calcio 110 milioni per tre anni al PSG

Neymar superato da Leo

Messi il Re Mida del calcio
110 milioni per tre anni al PSG

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
Nuova C3 sostiene la strategia di espansione internazionale di Citroën

Nuova C3 sostiene la strategia di espansione internazionale di Citroën


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.