A- A+
Esteri
musharraf 500

Pervez Musharraf, presidente del Pakistan tra il 1999 e il 2008, e' riuscito a fuggire dal Tribunale Superiore di Islamabad subito dopo che i magistrati avevano disposto il suo arresto. Approfittando degli attimi di confusione creati dalla notizia, l'ex generale golpista e' riuscito ad allontanarsi dal recinto e a dileguarsi a bordo di una jeep scortata dalle sue guardie del corpo.

Il tribunale ha ordinato il fermo immediato dell'ex presidente in relazione all'arresto di alcuni giudici, tra i quali il presidente della Corte Suprema, nella fase finale del suo regime, nel 2007. Per il Tribunale quella decisione creo' un 'vulnus' all'ordine costituzionale. Musharraf era rientrato in Pakistan il mese scorso dopo quasi quattro anni di esilio auto-imposto per partecipare alle elezioni generali dell'11 maggio e aveva in tal modo sfidato il rischio di essere arrestato ma anche le minacce di morte dei talebani pakistani. Nei giorni scorsi, gli era stato proibito di presentarsi alle elezioni per l'Assemblea nazionale, un veto che aveva di fatto azzerato le sue possibilita' di rientrare sulla scena politica.

Tags:
pakistan
in evidenza
Malocclusione dentale e abitudini Cos’è, come trattarla e conseguenze

Trattamento ortodontico

Malocclusione dentale e abitudini
Cos’è, come trattarla e conseguenze


in vetrina
Grandi Stazioni Retail: nel 2023 nuovi impianti e prodotti per il mercato

Grandi Stazioni Retail: nel 2023 nuovi impianti e prodotti per il mercato


motori
Nissan svela la versione speciale Ariya e-4ORCE Pole to Pole

Nissan svela la versione speciale Ariya e-4ORCE Pole to Pole

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.