A- A+
Esteri
Pensioni, ancora scontri in Francia. Strade bloccate e raffinerie in sciopero

Francia, continuano le proteste. A Parigi i manifestanti occupano la tangenziale, in Normandia bloccata una raffineria

In Francia non si ferma l'onda delle proteste sulla riforma delle pensioni. Ieri (16 marzo) il progetto è diventato legge senza il voto del Parlamento. Oggi (17 marzo) i manifestanti stanno continuando a mettere a ferro e a fuoco Parigi. Oltre 200 persone si sono riversate, su invito della sigla sindacale Cgt, sulla tangenziale bloccando il traffico. I dimostranti si erano ritrovati a Porte de Clignancourt, prima di dirigersi in corteo verso Porte de la Chapelle, ed hanno costretto gli automobilisti a guidare al passo.  Dopo una notte di scontri con bidoni dati a fuoco, e la polizia che sparava i lacrimogeni. Continua la linea dura di Macron, che ha fatto ricorso all'articolo 49, comma 3, che consente l’adozione del progetto senza voto.

LEGGI ANCHE: Francia, pensioni: depositata mozione di sfiducia transpartisan

Francia, le opposizioni hanno presentato la mozione di sfiducia 

Le opposizioni hanno presentato mozioni di sfiducia, ma il governo, oggi, fa sapere di avere "la vocazione a continuare a governare". Questa la cronaca politica della giornata di ieri, ma fuori dal Parlamento, la mobilitazione continua e si inasprisce. Ieri, alla notizia della decisione del governo, manifestazioni spontanee avevano riempito le piazze di decine di città francesi. A Parigi la protesta più nutrita, con migliaia di persone che si erano mosse nelle vie del centro tentando di arrivare a Place de la Concorde, dove si trova la sede dell'Assemblea Nazionale, il Parlamento francese.

LEGGI ANCHE: Francia, notte di proteste dopo l'ok alla riforma delle pensioni

La polizia schierata in assetto antisommossa ha cercato di bloccare i cortei e ne sono nati violenti scontri: da un lato barricate, lanci di oggetti e cassonetti incendiati, dall'altro lacrimogeni e idranti.La notte di Parigi, trasformata in guerriglia urbana, con un bilancio di 258 fermi effettuati dalla polizia, in tutta la Francia sono stati 310 . Mentre sempre nella capitale francese, dove si sono accumulate ormai da giorni tonnellate di rifiuti, i netturbini non accennano a sospendere il loro sciopero. Alla richiesta del prefetto di procedere alla precettazione di una parte almeno dei lavoratori, la sindaca socialista Anne Hidalgo ieri ha risposto di no. Spiegando che l’unica soluzione per risolvere il problema è "il dialogo sociale" da parte del governo sulla riforma delle pensioni.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
franciamacronpensioni





in evidenza
Il "Gioco dell'oca" diventa leghista C'è la casella Stop utero in affitto

Europee/ L'idea di Lancini

Il "Gioco dell'oca" diventa leghista
C'è la casella Stop utero in affitto


in vetrina
Meteo, in arrivo un intenso peggioramento. Pioggia e freddo: ecco dove

Meteo, in arrivo un intenso peggioramento. Pioggia e freddo: ecco dove


motori
Vespa World Days 2024: oltre 30mila vespisti convergono a Pontedera

Vespa World Days 2024: oltre 30mila vespisti convergono a Pontedera

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.