A- A+
Esteri

Il governo tedesco rinuncia a presentare una richiesta per la messa fuori legge del partito neonazista (Npd) al "Bundesverfassungsgericht" (Bvg), la Corte Costituzionale di Karlsruhe, come invece si appresta a fare il Bundesrat, la Camera Alta dei Laender. In un comunicato emesso dopo il consiglio dei ministri di oggi si afferma che il governo "non considera necessaria un'ulteriore richiesta di interdizione" nei confronti della Npd. In effetti per esaminare la procedura di interdizione del partito neonazista e' sufficiente ai supremi giudici di Karlsruhe la presentazione di un solo ricorso. Nel 2002 a chiedere l'interdizione delle attivita' politiche dei neonazisti erano stati il governo rosso-verde, il Bundestag e il Bundesrat, ma l'Alta Corte aveva rigettato la richiesta a causa del fatto che tra i dirigenti del partito neonazista erano infiltrati troppi funzionari dei servizi di sicurezza, incaricati di sorvegliare da vicino le attivita' della Npd.

Particolarmente contrari alla presentazione di un ricorso a Karlsruhe da parte del governo sono stati i cinque ministri liberali, mentre ad avere dubbi sulla riuscita del tentativo sono anche Angela Merkel ed il ministro federale dell'Interno, Hans-Peter Friedrich (Csu). Dopo aver espresso "rispetto" per la decisione del Bundesrat di chiedere la messa fuori legge dei neonazisti, il governo ribadisce che la lotta contro l'estremismo di destra rimane "un compito politico e sociale durevole". Il vice cancelliere e ministro dell'Economia, il liberale Philipp Roesler, aveva in precedenza motivato il no del suo partito alla richiesta di interdizione della Npd con il fatto che "non si puo' vietare la stupidita'". Non e' invece ancora sicuro che anche il Bundestag si associ al Bundesrat nel chiedere l'interdizione dei neonazisti. Il partito socialdemocratico ha gia' annunciato di voler presentare una mozione in tal senso, ma la progressista 'Sueddeutsche Zeitung' rivela che tra i Verdi esistono molte perplessita', poiche' se l'Alta Corte di Karlsruhe dovesse respingere ancora una volta la richiesta di messa fuorilegge della Npd, questa decisione verrebbe festeggiata come un trionfo dai neonazisti. La 'Sueddeutsche' scrive che il rischio di veder fallire l'iniziativa davanti al Bvg o alla Corte Europea dei diritti dell'uomo e' "troppo grande", anche in considerazione del fatto che "l'utile sarebbe minimo, visto che nelle recenti elezioni regionali la Npd ha ottenuto meno dell'1% dei voti".

Tags:
berlinonazisti
in evidenza
La confessione di Francesca Neri "Sono una traditrice seriale"

Guarda la gallery

La confessione di Francesca Neri
"Sono una traditrice seriale"

i più visti
in vetrina
Nexi Debit Premium: una nuova carta di debito esclusiva su rete Visa

Nexi Debit Premium: una nuova carta di debito esclusiva su rete Visa


casa, immobiliare
motori
Nuova Opel Astra, inizia una nuova era

Nuova Opel Astra, inizia una nuova era


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.