A- A+
Esteri
Qatargate, Eva Kaili esce dal carcere dopo oltre 4 mesi. Sarà ai domiciliari
Eva Kaili

Qatargate, dopo oltre 4 mesi l'eurodeputata Eva Kaili esce dal carcere

Eva Kaili torna a casa. Dopo oltre quattro mesi dal caso Qatargate e di custodia cautelare in carcere, l'eurodeputata greca Eva Kaili tornerà a casa e sarà sottoposta a regime di sorveglianza elettronica. Il 13 aprile è prevista un'altra udienza.

Scandalo mazzette Qatar in Ue, la Grecia congela tutti i beni di Eva Kaili

Kaili è accusata di corruzione, riciclaggio di denaro e partecipazione a un'organizzazione criminale, che prevedeva il pagamento di "ingenti somme di denaro", da Qatar e Marocco, per influenzare i processi politici comunitari.

I due Paesi respingono ogni accusa, mentre l'avvocato di Kaili, Sven Mary, ne sostiene la completa estraneità ai fatti, accusando anzi la giustizia belga di utilizzare la sua assistita "come un trofeo".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
eva kailiqatargate





in evidenza
Giorgia Meloni compare in video e il cane impazzisce

MediaTech

Giorgia Meloni compare in video e il cane impazzisce


in vetrina
Francesco Totti torna in campo, il Capitano protagonista della Kings League

Francesco Totti torna in campo, il Capitano protagonista della Kings League


motori
Lancia svela la Ypsilon HF e annuncia il ritorno nei Rally Gr4

Lancia svela la Ypsilon HF e annuncia il ritorno nei Rally Gr4

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.