A- A+
Esteri
Russia, richiesti gli arresti domiciliari per Kirill Serebrennikov

Russia, richiesti arresti domiciliari per Serebrennikov

Il Comitato Investigativo russo chiede gli arresti domiciliari per un dirigente di teatro, sospettato di essersi appropriato indebitamente di almeno 68 milioni di rubli (1,2 milioni di dollari): lo ha detto Yunona Tsareva, portavoce della corte di Mosca. "Il Tribunale di Basmanny - ha spiegato - ha ricevuto una petizione per [porre] Serebrennikov Kirill Semenovich agli arresti domiciliari".

Ha detto che una sessione della corte e' stata prevista per mezzogiorno a Mosca. Il Comitato Investigativo ha arrestato martedi' Serebrennikov a causa di frodi per 1,2 milioni di dollari. Il direttore artistico del Centro Gogol e' accusato di frodi su larga scala nell'allocazione di denaro dal 2011 al 2014 per il progetto Platforma. Serebrennikov non ha ammesso la sua colpevolezza durante le interrogazioni. 

Tags:
russiasemenovich
in evidenza
Imprese colpite dalla guerra SIMEST lancia una campagna aiuti

Ucraina

Imprese colpite dalla guerra
SIMEST lancia una campagna aiuti


in vetrina
Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica


motori
Dacia, dai colori e dai materiali nascono i valori della marca

Dacia, dai colori e dai materiali nascono i valori della marca

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.