A- A+
Esteri
San Valentino in Giappone, non solo 14 febbraio: un mese dedicato all’amore

Sarà un san Valentino certamente da ricordare quello che si festeggia quest’anno, tra lockdown, divieti e mascherine. In attesa di sapere come gli italiani avranno conciliato gli appuntamenti romantici con le restrizioni da Covid (obbligati, per esempio, a saltare la tradizionale cena al ristorante del 14 sera) diamo uno sguardo a cosa succede in Giappone, dove san Valentino viene già celebrato in un modo unico al mondo.

Innanzitutto, le date da ricordare sono due: 14 febbraio e 14 marzo. Nel vero e proprio giorno di san Valentino, sono le donne a regalare cioccolata agli uomini, ma non solo ai propri fidanzati, bensì a tutti gli amici e colleghi. Non è un caso che questa si chiami giri choco, letteralmente “cioccolata dell’obbligo”, sentita infatti come una convenzione sociale. Secondo alcune stime, la metà del cioccolato venduto nell’intero anno viene acquistato proprio in questa occasione.

Esiste però anche il tomo choko, la "cioccolata dell'amico", che è un regalo più sincero, per gli amici più stretti, e nulla vieta di fare un regalo speciale alla persona per cui si ha un interesse particolare: in questo caso si tratta di honmei choco, più pregiato e costoso, oppure fatto in casa con le proprie mani.

Un mese dopo, il 14 marzo, ricorre il White Day: i ragazzi che hanno ricevuto della cioccolata in dono per san Valentino sarebbero, secondo tradizione, tenuti a ricambiare tutti i regali ricevuti con della cioccolata bianca, da cui il nome della giornata. Ultimamente, però, si è affermata sempre più la consuetudine di fare un regalo solo alla ragazza del cuore, spesso non limitandosi ai cioccolatini ma offrendo qualcosa di più costoso e vario: peluche, gioielli, lingerie… ma sempre di colore bianco, simbolo di purezza. Per quanto suoni assurdo, secondo alcuni è ancora importante che l’uomo spenda almeno tre volte tanto quanto speso dalla donna, altrimenti significherebbe che i suoi sentimenti non sono abbastanza profondi.

Ma anche questo non basta: per mostrare di fare veramente sul serio, è necessario che i sentimenti dell’innamorato siano espressi attraverso due formule riconosciute: la prima è una dichiarazione d’amore pronunciata insieme al nome della persona amata; la seconda è una richiesta “formale” di vedersi concesso un appuntamento.

Forse questi rituali sono un po’ lontani dall’idea di amore spontaneo e verace tipico dell’immaginario italiano, ma in Giappone hanno successo, quindi dobbiamo ammettere che, parafrasando Woody Allen, in amore vale tutto, basta che funzioni.

Commenti
    Tags:
    cioccolato giapponecioccolato san valentinofesta degli innamoratifesta degli innamorati in giapponegiapponesan valentinosan valentino in giapponesara perinetto





    in evidenza
    Affari gastronomici/ Il direttore Perrino dialoga con gli chef Antonella Ricci e Vinod Sookar. La presentazione del libro di ricette "Dalla Puglia con amore"

    Guarda il video

    Affari gastronomici/ Il direttore Perrino dialoga con gli chef Antonella Ricci e Vinod Sookar. La presentazione del libro di ricette "Dalla Puglia con amore"

    
    in vetrina
    Una nuova speranza per i malati di Sla: la svolta è un farmaco per la leucemia

    Una nuova speranza per i malati di Sla: la svolta è un farmaco per la leucemia


    motori
    Nuova Audi RS Q8: record al Nurburgring

    Nuova Audi RS Q8: record al Nurburgring

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.