A- A+
Esteri
Stati generali, von der Leyen: "Con l'Italia l'Europa s'è desta". VIDEO

Stati generali, Von der Leyen: "Ue ha bisogno di Italia forte"

L'Unione europea e' e sara' al fianco dell'Italia nella ripresa dopo la crisi del Covid-19, perche' "l'Europa ha bisogno di un'Italia forte". Sono le parole con cui la presidente della Commissione europea Ursula Von der Leyenha concluso il suo intervento agli Stati generali in corso a Roma. Dopo avere ringraziato il presidente del Consiglio, chiamandolo "Giuseppe" per "il lavoro paziente che stai facendo nel tenere riunito il tuo paese" e anche per "la proposta di un piano strategico di riforme per la ripresa dell'Italia", Von der Leyen ha ricordato: "Tutti sappiamo che l'alto livello di debito pubblico dell'Italia vi espone agli umori mutevoli dei mercati. Ma con le riforme giuste, l'Italia puo' sfruttare al massimo il programma Next Generation". "Le decisioni che prendete oggi creeranno l'Italia di domani - ha detto ancora la presidente dell'esecutivo comunitario - Questo a' il momento per voi di sviluppare e attuare un piano di ripresa efficiente. E la Commissione ci sara' per sostenervi e accompagnarvi, attraverso le riforme, alla ripresa. L'Europa ha bisogno di un'Italia forte al suo centro". Le ultime parole sono state dette in italiano: "Buon lavoro, e viva l'Europa".

Stati generali, Von der Leyen: "Europa s'e' desta"

"L'Europa s'e' desta": sono le parole in italiano utilizzate nel suo intervento agli Stati generali per l'economia in corso a Villa Pamphili la presidente della Commissione europea, Ursula Von der Leyen secondo quanto si apprende. La presidente ha in particolare citato il programma Ue Next Generation, "un'alleanza fra le generazioni" che rappresenta, ha sottolineato, "un'opportunita' unica per l'Italia".

"Oggi sappiamo che possiamo sconfiggere questa crisi solo se lo facciamo insieme - ha detto la presidente, spiegando lo slogan "l'Europa s'e' desta" - La solidarieta' non e' solo la scelta piu' etica. E' l'unico modo efficace di affrontare una crisi di questa ampiezza". Questa, ha aggiunto, e' l'idea che e' alla base del Recovery plan, Next Generation Eu, "che sara' in cima al rinnovato bilancio di lungo termine dell'Ue". "Questo e' il momento dell'Europa - ha continuato Ursula Von Der Leyen nel suo intervento agli Stati generali - E' il momento di riunire le forze e reagire al disastro della pandemia nei paesi membri. E' il momento di risolvere le divergenze e le disparita' fra le diverse parti d'Europa per non lasciare indietro nessun paese e nessuna regione". Next Generation, ovvero il recovery plan, e' "un'alleanza fra generazioni - ha spiegato ancora - Noi, l'Ue, per la prima volta chiediamo in prestito denaro ai nostri figli. Quindi il nostro investimento di oggi deve dare risultati per i nostri figli. Non dobbiamo, come talvolta i Paesi hanno fatto, prendere in prestito dai nostri figli solo per spendere di piu' oggi. Oggi, investiamo per la prossima generazione dell'Europa".

Stati Generali, Gentiloni: "A Ue servono piani non libri sogni"

"E' importante e positivo che il governo abbia deciso di avviare questo confronto sulla visione europea del futuro. L'Ue ha deciso, rapidamente e con visioni ambiziose. L'Europa s'e' desta, come ha detto Ursula Von der Leyen, e credo che questo costituisca un punto di riferimento". Lo ha detto il commissario europeo agli Affari Economici, Paolo Gentiloni, intervenendo agli Stati Generali in corso a Villa Pamphili. "Gli interventi della Bce hanno stabilizzato i mercati, le nostre misure economiche hanno fermato l'emergenza e dato sostegno a cassa integrazione, piccole e medie imprese e sistemi sanitari. Infine il Next Generation Eu, importante per le sue dimensioni, stanzia 750 miliardi che e' cinque volte il bilancio dell'Unione Europea. Anche grazie alla spinta del Parlamento c'e' stata una iniziativa che e' fino in fondo comunitaria", ha aggiunto. "In poche settimane l'Unione ha superato un decennio di posizioni paralizzanti. Lo ha fatto grazie a un sentimento di solidarieta'. Ma non c'e' stata solo solidarieta': c'e' stato un interesse comune e la consapevolezza che bisogna avere una politica economica con strumenti comune che non lasci solo alla politica monetaria il compito di contrastare divergenze e differenze fra paesi europei. Queste ingenti risorse europee metteranno alla prova sia la Commissione che i singoli paesi. Parliamo di risorse comuni a tutti i 27 Paesi alle quali si accede volontariamente sulla base di piani elaborati dai governi nazionali e so che il governo italiano ne e' pienamente consapevole. Non si trattera' di spese facili, tesoretti e libri dei sogni. E' un impegno che ci mettera' tutti alla prova", ha sottolienato ancora Gentiloni. 

Stati Generali, Lagarde: impatto Recovery Fund solo con riforme

"Il Recovery Fun raggiungera' il suo pieno potenziale solo se sara' saldamente radicato in riforme strutturali concepite e attuate a livello nazionale. Otterremo un 'impatto maggiore' per ogni euro speso se i paesi attueranno contemporaneamente le riforme strutturali di cui hanno bisogno". E' quanto ha detto Christine Lagarde, presidente della Bce, in videoconferenza alla sessione inaugurale degli Stati Generali delle economia. 

Stati Generali, Lagarde: serve ambiente favorevole a imprese

"In diversi paesi, tra cui l'Italia, la mobilitazione degli investimenti richiede soprattutto un ambiente economico favorevole alle imprese, con servizi pubblici e privati efficienti e agili, adeguate infrastrutture fisiche e digitali, un sistema giudiziario ben funzionante e un settore finanziario forte". Lo ha affermato la presidente della Bce, Christine Lagarde, intervenendo agli Stati generali.

Stati Generali, Lagarde: non sprecare crisi,Bce fara' sua parte

"Vi incoraggio, come responsabili politici, a non lasciare che questa crisi vada sprecata. La mia istituzione, la Bce, fara' la sua parte nell'ambito del suo mandato". E' quanto ha detto Christine Lagarde, presidente della Bce, in videoconferenza alla sessione inaugurale degli Stati generali delle economia sottolineando pero' che "spetta a voi dimostrare ai cittadini che le nostre societa' usciranno da questa trasformazione piu' forti e piu' verdi". Secondo Lagarde, "se avremo collettivamente successo, l'incertezza iniziera' a trasformarsi in fiducia, e allora potra' iniziare una vera ripresa. 

Stati Generali: Sassoli, piano rilancio sia green in linea Ue

"La scelta dell'Unione e' un modello di sviluppo nuovo, basato sulla Green economy, la sostenibilita', e la transizione digitale. Vogliamo diventare leader nella lotta al cambiamento climatico. E' quindi assolutamente necessario che i piani di rilancio nazionali siano ben allineati a questo traguardo. Sostenibilita' ambientale e sostenibilita' sociale corrono di pari passo". Lo ha detto David Sassoli, presidente del Parlamento Europeo, intervenendo agli Stati Generali in corso a Villa Pamphilij.

Stati Generali: Sassoli, serve piano investimenti educazione

"Ci vorra' un grande piano di investimenti sui beni comuni, come educazione e formazione, per dare a tutti le stesse opportunita'. Basta scuole di serie A e di serie B in Europa. Le difficolta' per numerosi studenti europei di accedere all'insegnamento a distanza per mancanza degli strumenti tecnologici e' la cartina di tornasole di pesanti arretratezze. Accedere alla tecnologia dev'essere considerato un diritto. Si', un nuovo diritto umano e sociale, perche' nessuno resti indietro o venga discriminato". Lo ha detto il presidente del Parlamento Europeo, David Sassoli, intervenendo agli Stati Generali a Villa Pamphilij. "Giovani, ma anche le donne, molto colpite dalla crisi. I dati ci dicono che potremmo tornare indietro e questo non dobbiamo consentirlo. E' a loro che dobbiamo guardare quando parliamo di piani di rilancio dell'economia, nella consapevolezza che la disoccupazione femminile non e' solo causa di disuguaglianza sociale, ma anche un clamoroso sperpero di risorse e di potenzialita' per le nostre societa'", aggiunge Sassoli. 

Stati Generali: Sassoli,riaffermare ruolo pubblico in economia

"Sara' fondamentale, comunque, l'indirizzo pubblico delle risorse sulla base delle priorita' europee. Il pubblico dovra' essere l'attore protagonista della ricostruzione. E questo e' il momento giusto per riaffermare un rinnovato ruolo pubblico nella politica economica e industriale". Lo ha detto il presidente del Parlamento Europeo, David Sassoli, intervenendo agli Stati Generali in corso a Villa Pamphilij. "Non si tratta di recuperare modelli del passato, ma di affermare una funzione di difesa dei piu' deboli e di allineamento dei programmi nazionali agli obbiettivi europei", aggiunge Sassoli. "Serve coerenza, trasparenza, pragmatismo. Spetta al Governo italiano, insieme agli attori economici, sociali e istituzionali, decidere quale strada intraprendere e su quali riforme insistere".

Commenti
    Tags:
    stati generalivon der leyenmichelue
    Loading...
    in evidenza
    Wanda Nara, giungla "bollente" Foto che lasciano a bocca aperta

    Lady Icardi da sogno

    Wanda Nara, giungla "bollente"
    Foto che lasciano a bocca aperta

    i più visti
    in vetrina
    Meteo, c'è la data. Temporali e fresco tornano. Ecco quando

    Meteo, c'è la data. Temporali e fresco tornano. Ecco quando


    casa, immobiliare
    motori
    Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce

    Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.