A- A+
Esteri
Sudan, Meriam arrestata di nuovo insieme al marito

Meriam Yahia Ibrahim Ishag, la ragazza sudanese arrestata per apostasia in Sudan e liberata ieri e' stata nuovamente arrestata insieme a suo marito Daniel Wani all'aeroporto di Khartoum mentre tentava di lascir eil Paese. Lo riferiscono fonti a lei vicine spiegando che lei e il marito sono stati portati in un ufficio dell'Intelligence. Le ragioni dell'arresto non sono ancora chiare, ha spiegato la fonte aggiungendo che la donna "ha il diritto di lasciare il paese".

Una Corte d'appello sudanese ha annullato la condanna a morte di Meriam e l'ha rimessa in liberta'. La 27enne, sposata con un americano di fede cristiana, era stata arrestata a febbraio e il 27 maggio aveva dato alla luce una bambina, Maya, nella clinica della prigione. Nei giorni scorsi la Commissione nazionale per i diritti umani sudanese era intervenuta per denunciare che la condanna a morte di Meriam era incostituzionale perche' va contro la liberta' di culto. La donna e' uscita dal carcere questo pomeriggio. Un legale di Meriam Mohanad Mustafa, ha spiegato che la 27enne di padre musulmano e madre cristiana ortodossa, "e' fuori dal carcere" e ha anticipato che domani i giudici sudanesi comunicheranno le motivazioni della scarcerazione. Meriam era detenuta nel penitenziario di Omdurman, nella capitale sudanese, con un figlio di 20 mesi e ora con la neonata Maya. Contro la donna erano state emesse due sentenze: la prima prevedeva 100 frustate, la seconda la pena di morte.

Tags:
meriamsudan
in evidenza
Tra iperemesi e anoressia Paura nel Regno Unito per Kate

La principessa pesa 45 chili, preoccupati sudditi e fan

Tra iperemesi e anoressia
Paura nel Regno Unito per Kate


in vetrina
Malocclusione dentale: cos’è, quali sono le sue conseguenze e come trattarla

Malocclusione dentale: cos’è, quali sono le sue conseguenze e come trattarla


motori
Mercedes, gli show room si trasformano in point of Experience

Mercedes, gli show room si trasformano in point of Experience

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.