A- A+
Esteri
Trump a rischio impeachment: Cohen confessa, condannato Manafort

Doppio colpo giudiziario per Trump, ora c'è l'ipotesi impeachment

Doppio pesantissimo colpo ai danni di Donald Trump. Due brutte notizie per il presidente Usa da due diverse aule di tribunale. A New York Michael Cohen, l'ex avvocato del tycoon, si dichiara colpevole di otto capi d'accusa. Fra questi il pagamento durante la campagna elettorale per comprare il silenzio di due donne, affermando di aver agito "in coordinamento e sotto la direzione di un candidato ad un incarico federale". In Virginia, Paul Manafort, ex manager della campagna elettorale di Trump, viene giudicato colpevole per otto capi di imputazione, di cui cinque per frode fiscale. Una svolta giudiziaria in due inchieste diverse ed entrambe cruciali, che potrebbero cambiare le sorti della presidenza Usa. Perche' entrambi i casi -in mano alle autorita' federali- potrebbero confluire nell'inchiesta sul Russiagate guidata dal procuratore speciale Robert Mueller che Trump taccia di essere una "caccia alle streghe". Ma ora inizia a ventilare con forza l'ipotesi impeachment perché nel caso Cohen il presidente è coinvolto in maniera diretta.

Usa: Manafort ritenuto colpevole per almeno 8 capi d'accusa

L'ex manager della campagna elettorale di Donald Trump, Paul Manafort, e' stato giudicato colpevole per almeno 8 capi di accusa (su 18), compresa frode fiscale e finanziaria. Sui restanti 10 capi d'accusa la giuria non ha raggiunto un verdetto unanime. Il verdetto e' arrivato dopo oltre due settimane di processo durante il quale sono stati ascoltati 27 testimoni e presentati 388 documenti per dimostrare, oltre ogni ragionevole dubbio, come l'ex manager della campagna di Trump, abbia orchestrato trame per non pagare le tasse su introiti legati a consulenze per il governo ucraino e per frodare le banche in modo da ottenere finanziamenti. La condanna rappresenta una schiacciante vittoria per lo speciale procuratore Robert Mueller che indaga sul Russiagate, ovvero sulle presunte collusioni tra la campagna elettorale di Trump e il Cremlino e che nell'ambito della sua indagine ha scoperto i crimini di Manafort.

Trump: condanna Manafort nulla a che vedere con Russiagate

Paul Manafort "e' una brava persona" e la sua condanna "non ha nulla a che vedere con le collusioni" con Mosca, ovvero con l'indagine sul Russiagate. Cosi' il presidente Donald Trump commentano la condanna dell'ex manager della sua campagna elettorale, a margine di un comizio in West Virginia. "E' una cosa molto triste quello che gli e' accaduto", ha insistito il presidente, ribadendo che il Russiagate "e' una caccia alle streghe". Bocca cucita invece di Trump sul patteggiamento del suo ex legale, Michael Cohen, che lo ha tirato in ballo sul pagamento alla pornostar Stormy Daniels alla quale avrebbe versato 130.000 dollari "su indicazione di un candidato ad un incarico federale". L'attrice a luci rosse sostiene di aver avuto una relazione con Trump e ha ricevuto l'assegno di Cohen poche settimane prima delle elezioni del 2016 in cambio del suo silenzio.

Tags:
trumpimpeachment trump
in evidenza
La confessione di Francesca Neri "Sono una traditrice seriale"

Guarda la gallery

La confessione di Francesca Neri
"Sono una traditrice seriale"

i più visti
in vetrina
Nexi Debit Premium: una nuova carta di debito esclusiva su rete Visa

Nexi Debit Premium: una nuova carta di debito esclusiva su rete Visa


casa, immobiliare
motori
Nuova Opel Astra, inizia una nuova era

Nuova Opel Astra, inizia una nuova era


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.