A- A+
Esteri
Trump, Soros: "Un potenziale dittatore".La figlia Ivanka: "Dategli una chance"

di Andrea Deugeni
twitter11@andreadeugeni

Oggi è il gran giorno di Donald John Trump. Il magnate newyorchese si insedia a mezzogiorno, le sei del pomeriggio in Italia, alla Casa Bianca come 45esimo presidente degli Stati Uniti. Il protocollo a stelle a strisce vuole che il presidente eletto giuri sulla scalinata del Campidoglio, sede del Congresso, nelle mani del Chief Justice, il presidente della Corte Suprema. Alla cerimonia ufficiale partecipano solitamente i predecessori del presidente e i membri del Congresso.

Questa volta tuttavia molte sedie riservate a deputati e senatori resteranno vuote: con il suo linguaggio tagliente, politicamente scorretto e a tratti sessista, Trump ha provocato un forte contraccolpo politico. Cosi', mentre il magnate giurerà su due Bibbie - una quella regalatagli da sua madre, l'altra quella che fu di Abramo Lincoln - una Washington blindata da 30 mila agenti anti-terrorismo sarà percorsa da una manifestazione di protesta guidata dalle donne. Alla marcia si uniranno molte elette del partito democratico.

Prima di giurare, Trump assisterà con il suo vice Mike Pence e le rispettive famiglie alla messa nella piccola chiesa di St. John, situata accanto al Congresso; dopo il giuramento la parata in auto sul Mall della capitale; in serata infine il neopresidente festeggerà aprendo le danze con sua moglie Melania alla festa che lo attende al Convention Center della capitale.

"Trump è un impostore, un imbroglione e un potenziale dittatore". "Non è a favore di una società aperta ma di una dittatura, di uno stato-mafia", ha tuonato il finanziere americano di origine ungherese, George Soros, lanciando da Davos la sua maledizione al nuovo corso Usa appena iniziato.

Nel corso di una cena organizzata a margine dei lavori del World Economic Forum, l'uomo che nel settembre del 1992 guadagnò in un sol giorno più di un miliardo di dollari speculando contro la lira e la sterlina, a 86 anni compiuti, è tornato ad attaccare Trump e a chiedere al Congresso Usa di contrastare quella che può costituire in nuce una vera minaccia per la democrazia americana. "Il Congresso - ha affermato Soros - deve costituire un bastione per proteggere i diritti americani e c'è una coalizione bipartisan su questo". "Sono personalmente convinto Trump che fallirà, e non perchè c'è gente come me che lo spera, ma perchè le sue idee sono talmente contradditorie che già si impersonano nei suoi consiglieri".

La risposta è toccata alla figlia di The Donald, Ivanka, che ha invitato i critici di suo padre a "dare una possibilità" al prossimo presidente degli Stati uniti ed ha riconosciuto di avergli consigliato a volte di smettere di twittare. Interpellata durante una trasmissione della Abc, la figlia prediletta di Trump, 35 anni, ha riconosciuto che "il paese è molto diviso". Ma "ho visto, per tutta la mia vita, che mio padre è un incredibile unificatoreQuindi a ognuno dei suoi critici direi 'dategli tempo, lasciategli prendere le sue funzioni, lasciategli dimostrare che vi sbagliate'", ha dichiarato Ivanka, spiegando che il discorso di insediamento di Trump sarà di "unità e ottimismo".

(Segue...)

Tags:
cerimonia insediamento trumpinsediamento presidente americanotrump presidente cerimonia
in evidenza
Iodio, non solo nell'aria di mare Come alimentarsi correttamente

La ricerca sfata i luoghi comuni

Iodio, non solo nell'aria di mare
Come alimentarsi correttamente

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
Citroen protagonista alle “giornate europee del patrimonio”

Citroen protagonista alle “giornate europee del patrimonio”


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.