A- A+
Esteri
Turchia, Erdogan decapita polizia. Ankara, rimossi 350 ufficiali

Il governo turco ha decapitato i vertici della polizia ad Ankara, rimuovendo dal loro incarico 350 ufficiali: l'epurazione rientra in una rappresaglia del premier Recep Tayyp Erdogan per l'inchiesta per corruzione che ha gia' portato alle dimissioni di tre ministri. Ottanta degli ufficiali destituiti erano a capo di dipartimenti responsabili della lotta contro i reati finanziari, il contrabbando e la criminalita' organizzata nella capitale.

L'esecutivo ritiene che l'inchiesta sugli appalti pubblici avviata a meta' dicembre sia manovrata dai sostenitori del rivale islamista di Erdogan, Fethullah Gulen, in esilio negli Usa, che gode di appoggi nella polizia e nella magistratura. I poliziotti sono stati licenziati o riassegnati ad altri incarichi nel Paese. L'inchiesta e' emersa il 17 dicembre scorso e ha gia' portato all'arresto di alcuni imprenditori vicini al governo oltreche' di tre figli di altrettanti ministri, che si sono poi dimessi.

Tags:
turchiagovernoankara
in evidenza
Quando Crosetto condannava la Nato: "Atto ostile verso la Russia"

tweet invecchiati male

Quando Crosetto condannava la Nato: "Atto ostile verso la Russia"


in vetrina
Banca Generali, presentato l’undicesimo capitolo di BG4SDGs

Banca Generali, presentato l’undicesimo capitolo di BG4SDGs


motori
Dacia cresce del 9% in un mercato in crisi

Dacia cresce del 9% in un mercato in crisi

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.