A- A+
Esteri
Ucraina, Draghi sente Zelensky: confermato pieno appoggio dell’Italia

Guerra Russia Ucraina, telefonata Draghi-Zelenzky: confermato pieno appoggio Italia

Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha avuto oggi una nuova conversazione telefonica con il Presidente dell'Ucraina, Volodymyr Zelensky. Il colloquio si e' incentrato sugli ultimi positivi sviluppi della controffensiva Ucraina e della situazione sul terreno, anche con riguardo alla sicurezza della Centrale nucleare di Zaporizhzhia. Il Presidente Draghi ha confermato il continuo sostegno da parte del governo italiano alle Autorita' e alla popolazione ucraine in tutti gli ambiti.

Guerra Russia Ucraina, Zelensky a Draghi: rafforzare cooperazione militare

"Durante una conversazione con il premier italiano Mario Draghi abbiamo discusso gli sviluppi al fronte". Lo ha riferito Zelensky, su Telegram, sottolineando "importanza della cooperazione con l'Italia nel settore della Difesa". "Dovremmo intensificarla", ha aggiunto Zelensky, riferendo che nel colloquio si e' parlato anche della situazione alla centale nucleare di Zaporizhzhia. "La smilitarizzazione e il ritorno sotto dell'impianto sotto il controllo ucraino sono la garanzia della sua sicurezza", ha concluso il leader di Kiev.

Guerra Russia Ucraina, Londra: la forza convenzionale russa gravemente indebolita

La forza convenzionale russa destinata a contrastare la Nato e' "gravemente indebolita" dopo i recenti insuccessi che hanno portato Mosca a decidere il ritiro da una parte della regione di Kharkiv nella Ucraina orientale. Lo scrive nel suo bollettino quotidiano l'intelligence della Difesa britannica. "Elementi delle forze russe ritirate dall'Oblast' di Kharkiv nell'ultima settimana appartenevano alla 1 Armata di carri armati della Guardia (1 GTA), che dipende dal Distretto militare occidentale - si spiega nell'analisi di Londra - la GTA ha subito pesanti perdite nella fase iniziale dell'invasione e non e' stata completamente ricostituita prima della controffensiva Ucraina a Kharkiv".

Si tratta, aggiunge la nota, di "una delle piu' prestigiose armate russe, destinata alla difesa di Mosca e a condurre contrattacchi in caso di guerra con la NATO" e il fatto che sia degradata per le perdite subite in Ucraina rende "la forza convenzionale russa destinata a contrastare la NATO gravemente indebolita. Probabilmente ci vorranno anni perche' la Russia possa ricostruire questa capacita'", concludono gli 007 di Sua Maesta'.

Guerra Russia Ucraina, Cremlino: non si discute mobilitazione generale

"Non si parla" di convocare la mobilitazione generale in Russia. Lo ha ribadito il portavoce del Cremlino, Dmtri Peskov, dopo che sulla scia della battuta d'arresto della campagna militare russa nel Nord-Est dell'Ucraina - dove Kiev ha riconquistato numerosi territori - si era tornato a ipotizzare una mobilitazione della popolazione russa per far fronte alla carenza di risorse sul campo. Lo riportano le agenzie russe.

L'esercito russo sta conducendo "attacchi massicci" su tutti i fronti dell'Ucraina, ha annunciato il ministero della Difesa di Mosca. 

Guerra Russia Ucraina, controffensiva Kharkiv: prestigiosa unità esercito russo degradata

La Prima Armata corazzata delle guardie, designata per proteggere Mosca in caso di attacco e condurre contrattacchi contro i Paesi della Nato, ha preso parte alla caotica ritirata dall'oblast di Kharkiv. Lo ha affermato l'intelligence britannica nel suo briefing quotidiano. Secondo il rapporto, "ci vorranno anni per ricostruire" le perdite subite dalla Prima Armata corazzata delle guardie, insieme con altre unità nel distretto militare occidentale della Russia.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    draghiguerra russia ucrainarussiaucraina





    in evidenza
    Oscar del Libro 2024, Perrino: "Ho fondato affaritaliani.it perché non sopportavo più le mani della finanza sui giornali"

    La kermesse pugliese che apre la stagione "Borgo in Fiore"

    Oscar del Libro 2024, Perrino: "Ho fondato affaritaliani.it perché non sopportavo più le mani della finanza sui giornali"

    
    in vetrina
    Canalis e Masolin, la strana coppia sul piccolo schermo

    Canalis e Masolin, la strana coppia sul piccolo schermo


    motori
    Bosch lancia il progetto RUMBA: innovazione negli interni dei veicoli autonomi

    Bosch lancia il progetto RUMBA: innovazione negli interni dei veicoli autonomi

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.