A- A+
Esteri
Ucraina, G7: sanzioni a Mosca. Renzi incontra il premier Yatseniuk

 

Lunedi' l'Ue renderera' noti i nomi di altre 15 personalita' russe colpite da ulteriori sanzioni per la crisi ucraina. Lo stesso faranno gli Usa che pero' adotteranno misure punitive oltre che contro singoli anche contro entita' russe e colpiranno in particolare le persone piu' vicine al presidente Vladimir Putin. Bruxelles si concentra' invece sui responsabili diretti della rivolta nelle regioni orientali e russofone ucraine. Lo riferiscono fonti vicine al dossier sottolineando che ci sara' una sovrapposizione parziale tra le due liste.

La prossima tornata di sanzioni alla Russia per la crisi in Ucraina colpira' personaggi di spicco nei settori dell'energia e delle banche e arrivera' all'inizio della prossima settimana. Lo ha anticipato il vice-consigliere per la sicurezza nazionale Usa, Ben Rhodes, parlando con i giornalisti a bordo dell'Air Force One che, con il presidente Barack Obama, e' in rotta verso la Malaysia. "Quando cominci a colpire la cricca, gli individui che controllano larga parte dell'economia russa, e alcune delle entita' sotto il loro controllo, stai avendo un impatto economico significativo che va oltre quello che sanziona semplicemente un individuo". Rhodes non ha fornito una data precisa, ma ha detto che le sanzioni non saranno comminate nel weekend: arriveranno "presto", ha pero' assicurato, probabilmente "all'inizio della prossima settimana". Poche ore prima un'altra fonte statunitense aveva anticipato che le sanzioni del governo di Washington saranno annunciate lunedi'.

Usa, jet russi hanno violato spazio aereo di Kiev - Aerei da guerra russi hanno violato in diverse occasioni lo spazio aereo ucraino nelle ultime 24 ore. Lo riferisce il Pentagono.  Il portavoce del Pentagono, il colonnello Steve Warren, non ha fornito ulteriori particolari, ne' sul modello dei jet russi entrati nello spazio aereo ucraino, ne' sul numero esatto di sconfinamenti. Warren si e' limitato a dare la notizia e ad intimare a Mosca "di compiere passi immediati per allentare la tensione".

 Osce spera di contattare oggi stesso i 13 sequestrati - L'Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa (Osce) ancora non e' riuscita a contattare gli osservatori militari, non armati, fermati nell'est dell'Ucraina da miliziani filorussi, ma spera di riuscire a farlo oggi. "Speriamo sia possibile domani (sabato)", ha detto Claus Neukrich, vicecapo del centro di prevenzione dei conflitti dell'Osce, in dichiarazioni diffuse dall'emittente pubblica austriaca Orf. In ogni caso, ha precisato che i 13 fermati a Slavyansk non sono osservatori della stessa Osce, ma fanno parte di una missione bilaterale in ambito Osce. Il governo di Kiev aveva invitato osservatori militari disarmati di cinque Paesi europei sotto il comando della Germania; per questo, ha aggiunto Neukrich, le trattative per la loro liberazione sono condotte dal governo di Berlino e non dall'Osce a Vienna. Gli osservatori politici che l'Osce ha posizionato nell'est dell'Ucraina sono comunque entrati in contatto con le forze separatiste che trattengono i militari, ha spiegato ancora Neukrich. I separatisti filorussi che hanno sequestrato i sette militari europei (tre tedeschi, un polacco, un danese, uno svedese e un ceco) e altre sei persone sostengono che tra di loro viaggiava una spia dell'esercito ucraino.

Tags:
ucrainag7renzipremiersanzioni
in evidenza
Terence Hill lascia Don Matteo Applauso d'addio della troupe

VIDEO

Terence Hill lascia Don Matteo
Applauso d'addio della troupe

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Dacia: nuovo restyling per un Duster che va sempre più...SUV

Dacia: nuovo restyling per un Duster che va sempre più...SUV


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.