A- A+
Esteri
Ucraina, rilasciati quattro osservatori Ocse a Lugansk

Sono stati rilasciati nella notte quattro osservatori dell'Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa che erano stati sequestrati il 26 maggio scorso dai ribelli separatisti filo-russi nella regione di Lugansk, la piu' orientale dell'Ucraina: lo ha annunciato Alexandre Borodai, sedicente primo ministro dell'auto-proclamata Repubblica Popolare di Donetsk, che ha dichiarato l'indipendenza da Kiev e in un albergo del cui omonimo capoluogo sono stati condotti gli ex ostaggio dopo la liberazione, poi confermata anche ufficialmente dal presidente elvetico Didier Burkhalter, che ne esercita la guida annuale di turno.

Si tratta di un cittadino danese, di uno svizzero, di un turco e probabilmente di un estone: erano stati catturati per ordine di un capo miliziano locale. All'arrivo a Donestsk sono apparsi in condizioni relativamente buone, ma stanchi e provati, e non hanno voluto rilasciare dichiarazioni ai giornalisti. Nell'esprimere soddifazione per il loro rilascio, Burkhalter ha sollecitato anche quello "rapido e incondizionato" di altri quattro osservatori dell'organismo pan-europeo, dispersi dal 29 maggio dopo essere stati rapiti sempre nei pressi di Lugansk.

Tags:
ucraina
in evidenza
Automotive, da ALD la svolta Arrivano nuove soluzioni green

Tra mobilità e sostenibilità

Automotive, da ALD la svolta
Arrivano nuove soluzioni green


in vetrina
Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica


motori
Opel Astra GSe: l’Astra più sportiva è ibrida plug-in

Opel Astra GSe: l’Astra più sportiva è ibrida plug-in

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.