A- A+
Esteri
Ucraina, Zelensky teme il golpe ma Putin nega tutto: "Noi non c'entriamo"

Colpo di stato Ucraina, Zelensky teme il golpe dalla Russia ma Putin nega: "Noi non c'entriamo niente"

In Ucraina potrebbe scoppiare un colpo di stato i primi di dicembre. Neanche tra una settimana. A rivelarlo in conferenza stampa il presidente ucraino Volodymyr Zelensky che ha spiegato di aver ricevuto informazioni dall'intelligence su dei preparativi in corso.

"Ci sono grandi sfide nel cuore del nostro paese”, ha detto Zelensky, “che sono state registrate dalle agenzie di intelligence di altri Paesi. In particolare, ho ricevuto informazioni che un colpo di stato avrà luogo nel nostro Paese il primo dicembre. È un'informazione interessante e anche importante. L'1 o il 2 dicembre".

Stando a quanto riportano le agenzie Unian, il piano coinvolgerebbe anche l'uomo d'affari Rinat Akhmetov, il magnate ucraino, attuale presidente della System Capital Management e della società di calcio Shakhtar Donetsk. "Abbiamo informazioni da agenti e anche informazioni audio su una discussione, per così dire, tra i rappresentanti ucraini con i rappresentanti russi sulla partecipazione di Rinat Akhmetov a un colpo di stato in Ucraina e un'assegnazione di un miliardo di dollari".

Ma, riporta Interfax, secondo Zelensky, Akhmetov "è stato incastrato". "Credo che questa sia un'operazione volta ad attirarlo in una guerra contro lo stato ucraino, che sarebbe un grande errore, poiché non si può combattere il proprio popolo e il presidente eletto dal popolo dell'Ucraina", ha concluso il presidente.

Come scrive il Quotidiano Nazionale, questo è l'ultimo segnale di una situazione tesa nel Paese. Da una parte c'è il Covid che continua a mietere vittime, nelle ultime 24 ore sono morte 608 persone, un numero che assume ancora più rilevanza se si considera che il Pase conta "solo" 44 milioni di abitanti, e a mettere sotto pressione il sistema sanitario, che si trova a prendere in carico oltre 3mila pazienti in più ogni giorno.

Dall'altra, invece, il rapporto con la vicina Russia e la crescente preoccupazione che si respira al confine per l'attività militare dello stato di Putin. Su quest'ultima questione è intervenuto il presidente Zelensky sostenendo che l'Ucraina è pronta ad affrontare un'escalation nel suo conflitto con Mosca. "C'è una minaccia oggi che ci sarà la guerra domani”, ha detto Zelensky in conferenza stampa, “siamo completamente preparati per un'escalation”.

Dopo le dichiarazioni del presidente ucraino non ha tardato ad arrivare la risposta del Cremlino. "La Russia non ha mai avuto intenzione di partecipare in quello che Volodymyr Zelensky sostiene essere un colpo di stato in Ucraina". A dichiararlo, il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov, citato dalla Tass.

Commenti
    Tags:
    colpo di stato ucrainaucraina russiazelensky ucraina colpo di stato





    in evidenza
    Atleta iraniano di MMA prende a calci una ragazza che non indossa il velo

    Foto e video

    Atleta iraniano di MMA prende a calci una ragazza che non indossa il velo

    
    in vetrina
    Affari in Rete

    Affari in Rete


    motori
    Dacia rivoluziona il nuovo Duster, più tecnologico e sostenibile

    Dacia rivoluziona il nuovo Duster, più tecnologico e sostenibile

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.