A- A+
Esteri
Scambio di accuse tra Kiev e Mosca

Le autorità di Kiev sostengono che le loro truppe si sono impadronite in Ucraina orientale di due mezzi blindati delle forze armate russe. A darne notizia è il portavoce del Consiglio di sicurezza ucraino, Andrii Lisenko: "Durante i combattimenti nell'area di Lugansk, i nostri soldati hanno catturato due blindati della divisione aerotrasportata di Pskov. In uno dei due sono stati trovati una patente e documenti militari". Immediata da Mosca arriva la smentita: il ministero della Difesa bolla come "falsa" la notizia concernente i due blindati. Sull'altro fronte, i separatisti annunciano di aver abbattuto due elicotteri militari ucraini nei pressi di Grigorievka, sempre nella regione di Lugansk. In entrambi casi non ci sono conferme indipendenti, né informazioni sulla sorte degli uomini che erano a bordo.

Botta e risposta Kiev-Mosca su blindati. Secondo Lisenko, tra gli oggetti ritrovati nei blindati ci sono anche dei documenti di un comandante di plotone russo, tale tenente Popov. I due mezzi sarebbero stati sequestrati vicino a Gheorghievka, nella regione di Lugansk, teatro di aspri combattimenti tra le truppe ucraine e i separatisti filorussi. Se la notizia diffusa dalle autorità di Kiev dovesse rispondere al vero confermerebbe quanto sostenuto dal governo ucraino riguardo alla partecipazione di militari russi alla guerra al fianco dei miliziani separatisti. Kiev e i suoi alleati occidentali accusano da tempo il Cremlino di armare i filorussi.

Ma il portavoce del ministero della Difesa russo, generale Igor Konashenkov, respinge con sarcasmo le accuse di Kiev sostenendo che si tratta di una "notizia falsa che testimonia le gravi difficoltà incontrate dalle truppe ucraine nella promozione del 'piano di pace' nel sud-est del Paese".  "Un futuro fatto incontrovertibile - continua ironico l'alto ufficiale - sarà il sequestro di un kalashnikov e di una bomba a mano F-1 nel corso di aspri combattimenti assieme a diari personali di soldati russi". Quindi precisa che mezzi blindati Bmd-2 come quelli di cui parla il governo di Kiev sono in dotazione "in numero sufficiente" alla 25a brigata ucraina di Dnipropetrovsk, impegnata nella guerra a sud-est. E infine dichiara che i presunti documenti militari russi che gli ucraini sostengono di aver trovato in uno dei mezzi militari riproducono "vecchi standard non in uso ormai da cinque anni".

Combattimenti a Donetsk. Nelle ultime ore è comunque Donetsk il centro della battaglia. I filorussi sarebbero in forte difficoltà, obiettivo di un martellante tiro d'artiglieria da parte dell'esercito ucraino. I proiettili di mortaio hanno colpito vie e strade nel nord della città, a pochi chilometri dalla prima linea. "L'esercito ucraino colpisce dovunque ci troviamo", affermano gli abitanti della zona, testimoni di un attacco violentissimo. Le autorità locali aprlano di almeno nove morti tra i civili, che si aggiungono ai nove miliziani uccisi in un'area vicina. Kiev, dal canto suo, nega che le sue truppe prendano di mira i civili.

Gli scontri sono proseguiti nella notte anche a Lugansk, con l'esercito ucraino che non molla la presa sulla città in mano ai filorussi.

In Ucraina convoglio umanitario russo. Dopo essere rimasti bloccati per quasi una settimana, i primi camion di un convoglio umanitario russo hanno cominciato ad attraversare la frontiera per entrare in territorio ucraino. Mosca ha sempre affermato che a bordo ci sono aiuti per le popolazioni della regione martoriata dalla guerra. Ma Kiev temeva che il convoglio sarebbe stato usato come un cavallo di Troia per far passare equipaggiamento militare destinato ai separatisti e per questo i mezzi erano stati bloccati.

Tags:
ucraina
in evidenza
Terence Hill lascia Don Matteo Applauso d'addio della troupe

VIDEO

Terence Hill lascia Don Matteo
Applauso d'addio della troupe

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Dacia: nuovo restyling per un Duster che va sempre più...SUV

Dacia: nuovo restyling per un Duster che va sempre più...SUV


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.